HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

ZATTI COSTANTINO.  Brescia, 24 giugno 1869 - 2 febbraio 1924.

Di Domenico e di Teresa Coffatti, giovanissimo resta orfano di padre e vive con la madre e un fratello.  Precocemente manifesta inclinazione all'arte e, nella Scuola Moretto, dove si forma, intraprende poi l'insegnamento, avendo colleghi . i più noti Chimeri, Zuccari, Castelli, Premol' (1904).

Ancora nel 1892, appena più che ventenne, è già inserito nel clima pittorico cittadino, tanto da figurare fra quanti, soci del Circolo artistico, offrono dipinti a favore del sodalizio; nel l'agosto dello stesso anno emerge nel Concorso Brozzoni, accanto a Castelli, Cresseri e Pasini; pur dovendo cedere il passo al più affermati concorrenti si fa apprezzare come paesista padrone del tono e del colore.

Cetego predice a Cicerone la fine della Repubblica, Monte Baldo, Mandorli in fiore esposti al Circolo artistico nel 1893 non stonano vicino a tele di Lombardi e Glisenti.

Ancora fra i primi al Concorso Brozzoni del 1895, Costantino Zatti è fra i numerosi espositori in palazzo Bargnani, in occasione della vasta rassegna ordinata per i festeggiamenti a Moretto (1898).  Suoi paesaggi sono favorevolmente recensiti accanto ad Autoritratto.

Più che pittore, Zatti in seguito è ricordato come insegnante, come membro di commissioni, fino al 1917 allorquando, con Rovetta, Zuccari, Arcioni, Canossi, Contratti ed altri notissimi esponenti dell'arte e della cultura, è membro della Giuria incaricata di scegliere il bozzetto per il monumento da dedicare a Cesare Battisti.

Sposata Emma Lombardi, pressoché esaurita l'attività pittorica, si dedica, con il fratello all'azienda costruttrice di mobili da lui ideati: attività feconda e ricca di riconoscimenti anche fuori d'Italia, fino a Parigi e Londra.

Un ritratto eseguito da Costantino Zatti possiede il rag.  Luigi Zatti e, ancora in città, altre opere sono presso vari eredi.  Dipinti di Zatti figurarono alla Mostra della pittura bresciana del 1934.

BIBLIOGRAFIA

«La  Sentinella bresciana», 17 marzo 1892, Al Circolo artistico.

«La Sentinella bresciana», 29 agosto 1892, I concorrenti al Brozzoni.

«La Sentinella bresciana», 4 settembre 1893, Al Circolo artistico.

«La Sentinella bresciana», 20 agosto 1895, Esposi ione artistica.

«La Sentinella bresciana», 27 luglio e 7 agosto 1898, Per le _fèste del Moretto.

«La Sentinella bresciana», 17 agosto 1898, Cremona, esposizione d'arte moderna.

«La Sentinella bresciana», 23 agosto 1898, Esposizione artistica.

«La Sentinella bresciana», 28 dicembre 1901, Scuola Moretto.

«La Sentinella bresciana», 22 luglio 1904, La Scuola Moretto.

«La Sentinella bresciana», 9 giugno 1917, Per il ricordo a C Battisti.

COMUNE DI BRESCIA, «Mostra della pittura bresciana dell'Ottocento», Brescia, 1934.  V. LONATI, Arte di ieri e arte di oggi, «Commentari dell'Ateneo», Brescia, 1954.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: