HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

VENDER GIOVANNI.  Brescia, 1863-1917.

Dopo aver studiato in città architettura, si iscrisse all'Accademia di Brera in Milano, frequentando i corsi di pittura.  Giovanissimo, nel 1886, lo si nota fra gli espositori all'Arte in famiglia, dove presenta un intemo di chiesa favorevolmente giudicato per sentimento e colore impressivi, e uno Studio composto a Milano «mentre frequentava l'Accademia di Brera e non si comprende come dopo un saggio così promettente egli abbia risolto di troncare gli studi».

Ancora in seno all'Arte in famiglia (1889) è giudicato il più originale dei nostri pittori, pel dettaglio a olio di palazzo Loggia, esposto anche in successiva mostra (1890).

Sono questi gli unici dipinti di cui si è trovata notizia; dipinti d'un uomo «bizzarro e noncurante, che lasciò poche opere, ma improntate ad una singolare sensibilità artistica».  Nella vasta «Mostra della pittura bresciana dell'Ottocento», ordinata in città nel 1934, Giovanni Vender figurava con: Cortile, Torrioíie Castello, Chiostro di S. Pietro e Case artistiche.

BIBLIOGRAFIA

«La Sentinella bresciana», 29 agosto 1886, l'Esposizione di via Tosio.

«La Sentinella bresciana», 23 agosto 1889, Arte in famiglia.

E.D., Esposizione all'Arte in famiglia, «La Sentinella bresciana», 7 settembre 1890.

COMUNE DI BRESCIA, «Mostra della pittura bresciana dell'Ottocento», Brescia, 1934, Catalogo.

L. VECCHI, «Brescia», monografia ill. per gli a. 1941-1942.

A.M. COMANDUCCI, «Dizionario dei pittori... italiani», tutte le Edizioni.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: