HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

SOTTINI GIACOMO.  Brescia, 4 maggio 1890 - 2 giugno 1950.

Nato da famiglia conduttrice di una ditta di decorazioni, ha frequentato la Scuola Moretto dal 1904 al 1911; quindi la sezione serale fino al 1915, durante l'ultimo anno meritando il Premio Lorandi di L. 45 nel corso di plastica e decorazione, conferitogli da Amaldo Zuccari, direttore della Scuola.

Combattente durante la grande guerra, ha quindi intrapreso attività nella ditta patema, di cui divenne titolare nel 1932.

Appassionato di teatro, amico di Vittorio Gatti, Giuseppe Mozzoni, Melati e Belleri, esplica l'attività recitativa nella Filodrammatica di S. Alessandro, d' oratorio realizza numerose scenografie.

Anche se assai saltuariamente, collabora ad affreschi accanto a Vittorio Trainini.  Autore di disegni a carboncino, è essenzialmente acquerellista e con questa tecnica ha realizzato numerosi dipinti sia a carattere scenografico, sia di paesaggio.

Accurato, costruttivo il' tratto usato nella ripresa di architetture dal sapore d'antico, come una piazza di città custodita dalla figlia, presso la quale si sono vedute altre opere: un interno di rustico, vluzze d'un mondo esotico animate da personaggi in costume orientale... più sciolta e distesa la composizione dei panorami colti in varie località, al Vo, dove sovente è stato ospite dell'avv.  Baresani, sul Chiese, a Lavenone, Malcesine, Venezia (La piazzetta).

Accurati alcuni scorci locali, con la chiesa di S. Zeno al Foro, la fontana di palazzo Soncini, dal valore documentario.

Assorbito dall'attività artigianale, per la quale nel 1958 l'associazione cui faceva capo gli ha conferito la medaglia d'argento alla memoria, Giacomo Sottini esplicò rarefatta attività espositiva, tanto che una sola mostra personale è ricordata, ad Iseo, e rare sono le partecipazioni a collettive: delle quali resta documentata la sindacale del 1942 ove esponeva Monte Navazzo, Bagnanti, Lavenone, Cima Zeno.  I giudizi espressi lo dicono tuttavia artefice dalla notevole espressività.

BIBLIOGRAFIA

«La Sentinella bresciana», 22 luglio 1914, Scuola Moretto.

«IV Mostra del sindacato prov.  B.A.», Brescia, 3-24 maggio 1942.

E.PASINI, La quarta sindacale d'arte, «L'Italia», 16 maggio 1942.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: