HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

REPOSSI GIOVANNI.  Chiari, 16 luglio 1929. 

Figlio dello scultore Pietro, compiuti gli studi classici si è iscritto al Liceo Artistico e all'Accademia di ß.A. di Brera, in Milano, avendo maestri i proff.  Achille Funi e Morelli.

Ha frequentato altresì i corsi di incisione sotto la guida del prof.  Benvenuto Disertori.  Nell'Accademia dove è stato studente è oggi è docente e vicedirettore.  Presente a manifestazioni artistiche fin dal primissimi anni Cinquanta, ha aderito al movimento Neorealista giovanile milanese. Lunga la serie delle partecipazioni a collettive e premi in Brescia e Provincia, in Milano (1953, 55, 58, 59, 61, 62, 63, 72); Roma (1955); Monza e Forlì (1956); New York (1956); Alessandria, Mosca, (1957); Budapest (1958); Cremona (1959, 71); Agrigento (1961); Treviglio (1962); Padova (1963); Bergamo (1965); Piacenza, Biella (1 966); Celano (1 968); Castell'Arquato (1970); Villafranca (1 97 1); Piacenza e Caracas (1973); Parma (1974); Soresina (1976); Corno (1977).  Numerose le affermazioni riscosse.  Mostre personali ha invece allestito a Brescia (1953, 55, 57, 65, 77); New York (1956); Amburgo (1962); Piacenza (1968, 70, 73); Broni, (1971), Parma (1971, 73); Imperia, Monza (1972); Palermo (1973); Roma, Busto Arsizio, Ferrara (1974)-, Milano (1977).  Esauriente nota delle esposizioni e dei premi ricevuti ritroviamo nel Catalogo della recente mostra bresciana (1977), che reca anche la Bibliografia essenziale. Partito «con la grinta drammatica, con l'impeto estemporaneo e tipico dei giovani della Nuova figurazione», manifestati anche attraverso l'opera grafica, di insolita intensità, Repossi negli anni Settanta si è accostato a Domenico Purificato ponendosi in luce anche con «murali», come in occasione della Biennale di Dozza (1972). Da poco più di un lustro, la recente produzione lo indica invece volto a un pointillisme «alla Seurat», per esemplificare, teso a riproporre «frammenti di presente, angoli di studio, oggetti del rituale quotidiano (che) immediatamente combaciano con scorci del passato - come ha osservato G. Bruno - e sollevano all'incontro con la totalità del tempo, cui inevitabilmente ritornano per il processo totalizzante della memoria, un senso non effimero del banale quotidiano, una loro giustificazione insistentemente cercata quali significazioni profonde dell'esistente. E proprio con queste opere lo si è visto anche ultimamente in città, con l'offerta di vicende e di episodi vissuti oggi, ma rammemoranti quelli di ieri; vicende ed episodi di ieri ancor oggi emergenti entro «I giardini della memoria».

BIBLIOGRAFIA (bresciana)

Integra la iìota essenziale in:

D. PURIFICATO - G.F. BRUNO, «G.  Repossi-Da i giardini della memoria», Catalogo della personale alla «Galleria Labus», 19-30 novembre 1977.

L. FAVERO, Arte, «La Voce del popolo», 3 marzo 1956.

E.C.S.(alvi), Pittura bresciana oggi, «Giornale di Brescia», 3 giugno 1958. «Giornale di Brescia», 22 maggio 1959, Città lombarde attraverso l'arte.

G. VALZELLI, Un bel mazzetto di pittori, «Giornale di Brescia», 18 agosto 1959.

G. VALZELLI, Pittori bresciani a Breno, «Giornale di Brescia», 20 agosto 1959.

«Cimento», 31 agosto 1959, Ill.

G. VALZELLI, I vincitori alla mostra di Breno, «Giornale di Brescia», 7 settembre 1959.

L. SERVOLINI, «Gli incisori d'Italia», 1960.

«Giornale di Brescia», 29 giugno 1961, Repossi e Stagnoli vincono il Premio Torri.

L. BORGESE, 1,@n premio per i giovani alla Permanente. «Corriere della sera», 9 luglio 1961.

M. MONTEVERDI, Alla Permanente, «Corriere lombardo», 9 luglio 1961.

M. LEPORE, Il Premio Torri, «Corriere d'informazione», 12 luglio 1961.

M. PORTALUPI, La povera mostra d'un ricco premio, «La Notte», 12-13 luglio 1961.

«Gran Premio», a.V, n. 10, ottobre 1961, p. 4.

E.C.S.(alvi), Alla Biennale di Milano, «Giornale di Brescia», 20 gennaio 1962.  E.C.S. (alvi).  Premio Treviglio «Giornale di Brescia», 25 marzo 1962.

G.V. (alzetti, Al premio 7reccani, «Giornale di Brescia», I I maggio 1962.

ELLE, Vinto da Repossi il premio Treccani, «L'Italia», 16 maggio 1962.

R.B., Ghedi ha commemorato A. Varpicati, «Giornale di Brescia», 28 ottobre 1962. «Bruttanome», Vol. 1, (1962), Ci;lque domande per un dibattito.

G. VALZELLI, I Profeti e la turba ecc., «Bruttanome», Vol. 1, (1962).  A.M. COMANDUCCI, «Dizionario dei pittori... italiani», Ed.  III, (1962).  G.F. MAIORANA, «Momento artistico bresciano», Stampa Apollonio, 1963. «Storia di Brescia», Vol.  IV

G.V., Inizia la fiera di Montichiari, «Giornale di Brescia», 8 maggio 1964.

V. BUONASSISI, Anche a Brescia due facoltà, «Corriere della sera», 4 agosto 1964.

E.C.S.(alvi), La mostra della A.A.B. .@ul tema della caccia, «Giornale di Brescia», 10 ottobre 1964.

G. VALZELLI, Nella mostra della caccia alla A.A.B., «Il Cittadino», Il ottobre 1964.

G.V., A.A.B. Permanente, «Il Cittadino», 21 febbraio 1965.

A. MORUCCI, Galleria d'arte, «Biesse», a.V, n. 46, marzo 1965.

A. MAZZA, Galleria degli artisti bresciani, «La Voce del popolo», marzo 1965. (Riprodotto in «28 studi di artisti bresciani», 1966).

G. POLONI, Cinque bresciani espongono, «Giornale di Brescia», 17 settembre 1965.

G. POLONI «Arte bresciana '70», Centro studi Sardini, 1970.

«Arte bresciana oggi», Sardini Ed., Bornato.

AA.VV., «Disegno perché», «Galleria A.A.B.», Brescia, 25 aprile-10 maggio 1973. «Galleria GhelFi», Montecatini, 1973.

«Realismo», dicembre 1974, A cura della «Galleria Mazzini», Brescia, 25 gennaio 1974. «Bresciaoggi», I febbraio 1975, Dodici pittori per un lunario.

«Giornale di Brescia», 13 settembre 1977, Omaggio alla Resistenza. «Bresciaoggí», 13 settembre 1977, Le opere premiate sulla Resistenza.

G. MASCHERPA, Impegno stíl tema Resistenza, «Avvenire», 23 settembre 1977.

L. SPIAZZI, Arte in città, «Bresciaoggi», 26 novembre 1977.

E.C.S.(alvi), Mostre d'arte, «Giornale di Brescia», 29 novembre 1977.

L. SPIAZZI, Dai multipli alle sci41ture gioiello, «Bresciaoggi», 17 dicembre 1977. «Galleria Patrizia», Montecatini, 1980.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: