HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

RAVERA GIROLAMO.  Carpenedolo, 30 maggio 1895 - Brescia, 4 febbraio 1982.

Un «Cenno riassuntivo degli studi compiuti e della carriera percorsa da Girolamo Ravera», manoscritto probabilmente redatto in occasione di avanzamento nella Scuola, ci consente di meglio conoscere la passione per l'arte di un uomo che si è fatto ammirare per l'ardore patriottico e civile. «Diplomato presso la R. Scuola Normale Veronica Gambara di Brescia nell'anno 1913 con voti 140 su 180, ho studiato privatamente latino per colmare una lacuna grave nella mia cultura.  Mi sono dedicato alle belle arti; per cui, traendo profitto di una licenza di convalescenza mi sono diplomato nel 1918 presso la R. Accademia di belle arti di Parma ed ho superato nello stesso tempo gli esami di abilitazione all'insegnamento del disegno nelle scuole medie con punti n. 351 su 400  Negli anni 1920-1921 ho frequentato presso la R. Accademia di Venezia un corso di figura. Chiamato alle armi nel 1915 entrai in guerra il 24 maggio dello stesso anno.  Ferito e decorato con medaglia d'argento al valore, congedato nel 1920.  Ho insegnato lingua italiana e francese per anni tredici cioè dall'anno scolastico 1921-22 all'anno scolastico 1933-34 presso la Scuola Agraria di Remedello.  Nel 1934 ho vinto il concorso magistrale regionale della Lombardia classificandomi nella graduatoria generale al 61' posto con votazione 90.700. Negli anni 1934-35 e 1935-36 ho insegnato nelle scuole elementari di Castiglione delle Stiviere (Mantova) e dall'anno scolastico 1936-37 ad oggi in quelle di Carpenedolo (Brescia). Dal 1933 dirigo la Scuola professionale serale di Carpenedolo». Assorbito dall'attività didattica, non appare assiduo partecipante a mostre artistiche: nel 1928, in occasione della prima Triennale bresciana, espone Autoritratto; alla seconda mostra del sindacato provinciale di B.A. del 1934 Interno di stalla, Il Chiese a Mezzane, mentre Assunzione concorre nella sezione per il cartellone delle Manifestazioni bresciane. E quando anche il pittore può alfine porsi in luce, la guerra.  Girolamo Ravera, che già aveva combattuto nel primo conflitto mondiale, partecipa ora alla Resistenza, della quale diviene uno dei protagonisti bresciani; perseguitato politico, esule, alla Liberazione è eletto sindaco del paese natio dal 1946 al 1956; presidente dell'Anpl. Il pittore ha ormai ceduto il passo all'uomo impegnato civilmente. Poco s'è potuto vedere delle opere sue pittoriche, alcune delle quali ancor oggi presso gli eredi.  Figurativo nel solco della tradizione, ha affrontato con eguali esiti la figura e il paesaggio riuscendo ad esprimersi con delicata chiarezza, anche nel carboncino.

BIBLIOGRAFIA

«I Mostra Triennale bresciana», Brescia, maggio 1928, Catalogo. «Il Mostra del sindacato prov.  B.A.», Brescia, 1934, Catalogo.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: