HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

RAINERI FAUSTINO.  Secolo XVIII.

Abate e pittore autodidatta, seguì la maniera del Tempesta, divenendo talmente abile da poter eseguire copie perfette. Paesista, percorse con Gaudenzio Botti le Valli nostre e fu da numerosi pittori di figura suoi contemporanei chiamato ad eseguire «fondi di paesaggio ai loro quadri». Purtroppo, per i suoi dipinti usò una vernice che finì per scurirli, fino a deturparli. Morì molto vecchio, nel 1775 secondo il Fenaroli, per altri nel 1755, come afferma la «Storia di Brescia» che, riproponendo la Calabi, lo addita quale iniziatore delle «linee fondamentali per questo genere di pittura», pur avanzando sommessa riserva.

BIBLIOGRAFIA

G.B. CARBONI, «Notizie storiche dei pittori e scultori», 1776, Ed.  C. Boselli, 1962.

A. MAGGI, «Memorie sulla vita di A. Bertelli, paesista bresciano», 1794.

F. NICOLI CRISTIANI, «Vita e opere di L. Gambara», 1807.

P. ZANI, «Enciclopedia metodica critico ragionata di B.A.», 1819-1824.

P. BROGNOLI, «Guida di Brescia», 1826.

S. FENAROLI, «Dizionario degli artisti bresciani», 1887.

A. UGOLETTI, «Brescia», Serie Italia artistica, n. 50, Ist. d'Arti graf., Bergamo, 1909.

P. GUERRINI, La galleria del patrizio P. Brognoli, «Commentari dell'Ateneo», Brescia, 1927.

E. CALABI, «Pittura in Brescia nel '600-'700», 1935.  Con bibliografia.

«Storia di Brescia», Voi.  III.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: