HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

PREMOLI ALFREDO.  Brescia, 15 ottobre 1876 - Lanzo, 1967.

Fratello di Rodolfo (v). Ancora durante gli studi, nel 1899 vince un concorso indetto dalla rivista «Memorie di un architetto» presentando lo schizzo di una cancellata immaginata nello stile Liberty, che caratterizzò anche la successiva attività di ingegnere. Laureatosi a Torino nel 1900, durante i frequenti ritorni a Brescia, dove aveva la famiglia, ebbe modo di conoscere l'architetto Arcioni e di collaborare con lui.  Dopo un breve periodo trascorso alle dipendenze della Fiat, di cui fu il primo ingegnere, abbracciò la libera professione, realizzando noti edifici.  Nel 1911 è responsabile dell'Esposizione torinese ordinata in occasione del festeggiamenti per il cinquantenario dell'unità d'Italia; al fratello Rodolfo è affidata la decorazione del palazzo delle Feste. Fra i primi progettisti di campi d'aviazione, operò a Bari, Brescia, dove progettò la chiesa di Santa Maria della Vittoria e, nel 1936, una casa di cura a Desenzano.  L'attività pittorica è svolta durante i periodi liberi dalla professione: nel dipinti ad acquarello coglie aspetti naturali, come attesta un Paesaggio montano del 1920 o architetture testimoniate dal numerosi aspetti di Oropa, dove si recò sovente negli anni 1919-1935 e di cui ritrasse il famoso Santuario (1919).  Vedute giudicate "originalissime nei geniali tagli compositivi, freschissime e trasparenti nella difficile tecnica dell'acquarello eseguito con impressionistica spezzatura».  Ammalatosi, venne ricoverato in una clinica di Lanzo dove si spense. A corredo delle su esposte note si ricorda che nel 1904 la «Sentinella bresciana» dice di un Premoli insegnante alla Scuola Moretto con i pittori Carlo Chimeri, Arturo Castelli, Amaldo Zuccari e Costantino Zatti; un A. Premoli, non meglio identificato, è fra gli aderenti all'Esposizione bresciana dello stesso anno.  Da ricordare l'acquerello Il Tempio della Fortuna Virile in Roma, catalogato dalla galleria d'arte moderna, dato ad Antonio Premoli.

BIBLIOGRAFIA

«La Sentinella bresciana», 22 luglio 1904, La Scuola Moretio.

«Storia di Brescia», Vol.  IV. (Con la sola indicazione di Premoli A.).

E.P.-A.P., «Alfredo e Rodolfo Premoli», Ed.  Galleria d'arte contemporanea, Torino.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: