HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

PRANDINO OTTAVIO O OTTAVIANO.  Secolo XV.

Grande risonanza, fin dal tempo di Elia Capriolo, ebbe il nome di questo pittore, considerato al pari, se non più, di Gentile da Fabriano. Non altrettanta fortuna ebbero le sue opere, che dovrebbero aver portato a Brescia «i riflessi della grande pittura padovana», ma delle quali non ha attribuzione certa. Secondo fonti padovane lavorò in quella città accanto ad Altichiero, nel salone del Giganti. Eco di quella pittura resta anche in città, suscitando disquisizione e tentativi di attribuzioni possibili soltanto a specialisti.  Attribuzioni altalenanti anche con il nome di altro pittore: Bartolomeo Testorino (v.) al quale pure potrebbero appartenere i dipinti in... cerca di autore. Ad agitare, ad intorpidire le acque emerge inoltre il nome di un noto architetto, il Coltrino (v.) che però visse un secondo dopo circa. Anche la Critica più ferrata s'arresta dunque, limitandosi ad affermare che Ottaviano Prandino, del quale non vi sono certe notizie locali, operò con Altichiero in quel di Padova.  Ancora attivo nel 1412.

BIBLIOGRAFIA

Nota: Stante le incertezze si rinvia alla voce: Testorino Bartolino e si indicano:

M. SAVONAROLA, «Libellus de magnificis ornamentis R. civitatis Padue», (Muratori, R.I.S., XXIV, coll. 1175, a cura di Pagarizzi).

E. CAPRIOLO, «Chronica de rebus Brixianorum», 1505.

L. ALBERTI, «Descrizione d'Italia», Ediz. 1505.

0. ROSSI, «Elogi storici di Bresciani illustri», 1610.

L.P. COZZANDO, «Vago e curioso ristretto», 1694.

P.A. ORLANDI, «Abecedario pittorico», 1704 e Ediz. varie.

M. BOSCHINI, «Dell'origine e delle vicende della pittura in Padova».

L. LANZI, «Storia pittorica dell'Italia», Bassano, 1795 - 1808, Ediz. 1823.

F. NICOLI CRISTIANI, «Vita e opere di L. Gambara», 1807.

P. BROGNOLI, «Guida di Brescia», 1826.

C. COCCHETTI, «Brescia e la sua provincia - Illustrazione del Lombardo Veneto», Milano, 1857.

S. FENAROLI, «Dizionario degli artisti bresciani», 1877.

M.A. MICHIEL, «Notizie d'opere di disegno», Bassano, 1880, Ediz.  Frizzoni, p. 78.

B. BRUNELLI, Una sala dimenticata, «Le Vie d'Italia», 1925.

L. COLETTI, Studi sulla pittura del Trecento a Padova, Altichiero e Avanzo, «Rivista d'arte», 1931.

THIEME-BECKER, Vol.  XVII, (1933).

G. LONATI, Cremonesi a Bres(@ia, «Bollettino storico cremonese», 1935.

S. BETTINI, «Giusto dé Menabuoi e l'arte del Trecento», Padova, 1944.

«Storia di Brescia», Voll.  I e 11.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: