HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

PERNICI FAUSTINO.  Brescia, 1809 - dicembre 1840.

Allievo dell'Accademia milanese, al suo ritorno in città, in occasione dell'Esposizione ordinata dall'Ateneo nel 1831, presentò apprezzati paesaggi.  Il riconoscimento lo stimolò a proseguire nella pittura, riscuotendo nuovi elogi nel 1833, anno in cui nei «Commentari dell'Ateneo» resta testimonianza del livello qualitativo raggiunto.  Paolo Tosio e Camillo Brozzoni gli commissionarono dipinti destinati poi alla Pinacoteca nostra, che tuttora custodisce Veduta della Maddalena, La Loggia, Castello di Trento, Interno del Duomo di Milano, Case, Alle porte di Brescia, opera' nelle quali si evidenziano le qualità del paesaggista e del prospettico.  Alcuni del motivi su ricordati figurarono nella nota Mostra della pittura bresciana dell'Ottocento (1934). Faustino Pernici morì giovanissimo, a poco più di trent'anni.

BIBLIOGRAFIA

«Commentari dell'Ateneo», Brescia, 1833.

S. FENAROLI, «Dizionario degli artisti bresciani», 1887.

COMUNE DI BRESCIA, «Mostra della Pittura bresciana dell'Ottocento», Brescia, 1934, Catalogo.

G. NICODEMI, La pittura bresciana dell'Ottocento, «Emporium», Voi. 80 (1934).

L. VECCHI, «Brescia», monografia per gli a. 1941 - 1942.

G. PANAZZA, «La Pinacoteca Tosio Martinengo», Ed.  Alfieri e Lacroix, Milano, 1959.

«Storia di Brescia», Vol.  IV.

A.M. COMANDUCCI, «Dizionario dei pittori... italiani», tutte le Edizioni.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: