HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

PASOTTI LIVIO.  Brescia, 28 aprile 1926 - 3 aprile 1974.

Figlio di Giacomo (v.), studente dell'Istituto per sordomuti «L.  Pavoni», notato per l'attitudine al disegno, a soli sedici anni può accostarsi a Pietro Leidi, del 4uale diviene allievo.  Di questo insegnamento, tuttavia, non sembra conservare motivi, se non la tecnica.  Nell'immediato dopoguerra frequenta l'appena sorta Scuola della Associazione artistica di via Gramsci, per alcuni anni discepolo di Emilio Rizzi,Vittorio Trainini e Di Prata lo hanno allievo e collaboratore in opere d'affresco.  Disegnatore accurato, è autore di paesaggi e di ritratti, segnati dapprima dalla tradizione ottocentesca, con fondi uniformi e cupi, i volti realizzati con composto tratto Impreziosito da velature; caratterizzati poi da stilizzazione cubisteggiante.  Il più evidente modulo dei volumi, ottenuto a mezzo di zone piane di colore 'forme entro scur' contorni, sottilmente scandisce anche i più tenui trapassi Presente a noti premi «estemporanei» in Zagabria (1955); Roma (1957, 58, 64, '12); Pegli (1961, 68), Pavia (1965, 66); Parigi (1972); Santhlà (1973) in alcuni dei quali si è affermato o comunque sempre posto nella rosa dei premiati, assai raramente lo si incontra in collettive bresciane (1966).Restauratore in numerose località della provincia nostra, mi si dice abbia collaborato alle decorazioni nel teatro di Fidenza; in Brescia si possono citare il Crocifisso con i Papi Giovanni XXIII e Paolo VI di cappella privata in via delle Grazie, gli esili motivi composti per il Caffé Nuova Posta; la sacra figura d'una santella a Toline e decorazioni non identificate a Brione e Nave. Per la quadreria dell'Ospedale civile bresciano ha eseguito il ritratto di una Benefattrice collocato nel grande atrio d'ingresso. Carattere estroverso ed errabondo, Livio Pasotti è morto a soli quarantott'anni.

BIBLIOGRAFIA

«Zagreb», Zagabria, 1955.

G.V., I br(,s(-ia i e il Garda, «Giornale di Brescia», Il giugno 1966. «La Revue modeme», Parigi, 1972.

«Pitture e s.-ulture d'oggi», Penepinto Ed., 1976.  Con la nota dei Premi riscossi.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: