HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

NASTUZZO ANTONIO.  Pradamano (Udine), 2 agosto 1908.

Padre di Tarcisio (v.), Antonio Nastuzzo a soli sedici anni si trasferisce a Salò ove intraprende il lavoro e la collaborazione con gli allora noti maestri di decorazione Carlo Banali (v)., Abramo Bertasio (v.), Ottorino Benedini (v.). Frequenta al tempo stesso la scuola «R.  Turrini» e si dedica al paesaggio e alla scenografia, attività esplicata anche in Argentina, dove si reca all'inizio degli anni Trenta. A Rosario di Santa Fè esegue estese decorazioni nella cattedrale dedicata a S. Rosa; scenografle e bozzetti compone per il Teatro Colori della stessa città. Tornato in patria nel 1934, riprende il lavoro di decorazione operando prevalentemente nel Bresciano, sul Garda.  Con il Benedini o da solo decora chiese a Voltino di Tremosine, Vesio; case private in Salò e dintorni; per l'Asilo infantile salodiano compone un lieto motivo nella lunetta dell'ingresso alla cappella..In veste di restauratore resta legato, fra l'altro, alla pala antica della chiesa di S. Benedetto, in frazione Mura di Salò, attribuita a Sante Cattaneo ed avente le dimensioni di 2x4 metri; alla grande tela, del Duomo di Salò, raffigurante S. Carlo Borromeo, opera firmata da Alessandro Maganza. L'abilità acquisita a contatto con opere di antichi maestri è testimoniata dalla copia tratta dal polittico dell'ambito di Paolo Veneziano ed esposta dopo il furto avvenuto nel duomo salodiano nel giugno 197 I; copia rimasta per qualche tempo ad attenuare il buio lasciato dal sacrilego trafugamento e rimossa solo dopo il ritrovamento del trecentesco capolavoro. Finalmente, sul far degli anni Sessanta, la possibilità di dedicarsi ai quadri di cavalletto.  La stessa frenetica «fatica» dedicata a vaste pareti si ritrova nei dipinti a olio, negli acquarelli che danno vita a numerose mostre. Fra le partecipazioni a collettive val ricordare le presenze a Gardone Riviera (1 962, 64); Poggiorusco di Mantova (1 963, 64, 65); Salò (1 964, 66); Vobarno (1 965); Padenghe (1970, 74, 75); Lazise (1966); Soresina (1968); Asti (1975); Desenzano (1975) e numerose altre località benacensi. Mostre personali sono state allestite a Salò (1963, 1969 e lungo l'intero arco degli anni Settanta); Desenzano (1 970, 75); Mademo (1 973, 75); Brescia (1 975).  Sono opere prevalentemente dedicate al Garda, «la pennellata, sempre sull'ordito grafico che ha nella diligenza e nella cura la prerogativa principale... a volte si fa nervosa, immediata». Dipinti condotti nella eco impressionista d'un autore considerato fra gli espressivi «evocatori idilliaci di paesaggi di mare, di cielo, di lago e di agreste impostazione».  Nè mancano gli aspetti della vita locale, episodi a tema sacro «assai spesso sveltiti, nella riproposta di crocchi e grappoli di chierichetti» emergenti sulla distesa di colli specchiantisi nell'azzurro dell'acqua.  E nel brulicare di processioni, nel silente r'verbero di cielo e lago s'esprime Nastuzzo: con trasporto e sentimento fluenti come limpida sorgiva.

BIBLIOGRAFIA

«Il Popolo di Brescia», 15 aprile 194 1, Teatro educativo.

D. BONDIOLI, La personale di Nastuz o, «Il Duomo», 1963.

M. FURLAN, «La Domus», Salò, 2-31 agosto 1969.

«Giomale di Brescia», 21 agosto 1969, Ipittori Nastuzzo e Turina alla Domus. ACRE, Successo della personale di NastuzzQ e-Tùrina, «Il Duomo», 1969. «Gazzetta di Mantova», i i maggio 1970, Mostre d'ìzrte.

S. NJINELLI, Una copia del polittico@@ostituirà l'originál(-, «Giomale di Brescia», 19 dicembre 1971.

«Gazzetta di Mantova», 6 aprile 1972, Mostre d'arte.

«Salone Domus», Salò, 5 agosto - 3 settembre 1972.

«Giornale di Brescia», 13 aprile 1974, A. Toscoáno Afader@le attività artistiche.

L. SPIAZZI, Giro dell'arte, «Bresciaoggi», 15 agosto 1974.

A. RIZZI, «Galleria del Carro», Brescia, 5-17 aprile 1975.

«Galleria del Carro», Brescia, 29 novembre - I I dicembre 1975. (Con il figlio).

P. CASTALDI, A. Nastuzzo, «Le firme», febbraio 1976.

«Salone Domus», Salò, 8-22 luglio 1976.

«A.A.d.S.», Salò, 26 aprile-9 maggio 1977.

«Galleria Salò - arte», Salò, 1-1 5 agosto 1978.

«Salone Domus», Salò, 22 agosto - IO settembre 19 78.

A. RIZZI, «Salone Domus», Salò, 23 agosto - 16 settembre 1979 (Brano da precedente catalogo).

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: