HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

MORSELLI MARTE.  S. Caterina (MO), 27 settembre 1907 - Rovato, 7 gennaio 1978.

Allievo di Attilio Andreoli (v.), si è affermato come ritrattista; fra le personalità che richiesero la sua opera sono alcuni componenti la famiglia reale belga.  Pur operando attivamente, espose assai raramente, ma suoi dipinti sono sparsi in collezioni italiane e straniere, a Bruxelles, Ottawua e Parigi.

Qui lo si ricorda perché, pur non essendo bresciano, è stato fra i fondatori del Circolo culturale e direttore della scuola «F.  Richino» di Rovato, dove si è stabilito nel dopoguerra.  Al suo attivo già aveva attività svolta durante viaggi in Firenze, Milano, Belgio e Francia.

Il suo ricordo s'affida dunque alle effigi di rappresentanti di una elite che annovera la co: Edmèe de Chatel de Walment, il principe di Bhetune de Esdignal, il barone Bernard de l'Escaille, il barone Henry de Wochmont de Brumajne, per non dire dei volti di D'Annunzio, Tito Schipa ecc. Fu anche valente paesaggista dal tratto minuto, tanto che i colori si sfrangiano, attingendo dalla luce riflessi di rugiada.

BIBLIOGRAFIA                                             

C. BERETTA, «Galleria Bistro», Brescia, 21 settembre - 4 ottobre 1974.

AA. VV., «Galleria Bistro», Brescia, 28 dicembre - 1976 - 14 gennaio 1977.  L. SPIAZZI, Arte in città, «Bresciaoggi», 8 gennaio 1977.

«Giornale di Brescia», 15 gennaio 1978, Come Rovato ricorda ilpittore Morselli.  A.M.(azza), Ricordo delpittore Morselli, «Giornale di Brescia», 10 febbraio 1978.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: