HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

MARONE GIOVANNI o Marone (da) Giovanni.  Secolo XV.

L'unica opera certa di questo pittore è una Madonna con bambino e angeli, affrescata per una casa di Iseo, firmata e datata 1482, ora alla Pinacoteca Tosio Martinengo.  Una maggiore luce potrebbe derivare da attribuzioni certe degli affreschi in S. Maria della Rota a Marone in cui alcuni elementi formali si ricollegano alla tavola della Pinacoteca.  Oppure della Madonna che allatta il bambino, in una cappella di S. Salvatore o la Deposizione con una Santa (1 48 5), pure della Pinacoteca. t altresì certo che alcuni dipinti, di ignoto autore del gotico internazionale o di ascendenza squarcionesca-mantegnesca, operoso in Brescia e provincia nella seconda metà del Quattrocento, una volta attribuiti sicuramente potrebbero apportare luce rivelatrice anche su Giovanni da Marone, il cui nome si sussurra per aver operato a Artignago, S. Vigilio, Lovernato di Ospitaletto, Vello (questi ultimi già attribuitigli) fino a far coincidere il Marone con il ben noto «Maestro di Nave». (v.).

BIBLIOGRAFIA

F. MACCARINELLI, «Le glorie di Brescia», 1747, Ediz.  C. Boselli, 1959.

G. ROSA, «Relazione della Commissione provinciale per la conservazione ecc.», a. 1872; 1875.

P. DA PONTE, «Esposizione della pittura bresciana», 1878.

S. FENAROLI, «Dizionario degli artisti bresciani», 1887.

G. TROTTI, «Il santuario della Madonna di Montisola», Brescia, 1924.

G. NICODEMI, «La Pinacoteca Tosio Martinengo», 1927.

P. GUERRINI, La pieve di Sale Marasino, «Memorie storiche della Diocesi di Brescia», 1932.

L. VECCHI, «Brescia», monografia ill. a. 1941-1942.

M.L. FERRARI, «P.  Da Cemmo», Milano, 1956.

N. BONFADINI, «Lago d'Iseo», 1935.

G. PANAZZA, «La Pinacoteca Tosio Martinengo», Ed.  Alfieri e Lacroix, Milano, 1959.

«Storia di Brescia», Vol. 11.

G. CHESI, «Le Provincie di Brescia e Bergamo».

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: