HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

MAFFIA IGINO.  Mairano, agosto 1875-Lecco, I I giugno 1924.

Acquisita nel 1895 l'abilitazione all'insegnamento del disegno presso l'Accademia di Brera, insegnò dapprima nel noto Collegio Celana (1 897 -1908) e poi nella Scuola di disegno industriale di Lecco (1909) della quale divenne direttore.  Frattanto assunsel'incarico di insegnante di calligrafia presso l'Istituto tecnico comunale e la Scuola tecnica «A.  Stoppani». Nel 1920 entrò nel ruoli governativi quale titolare delle materie artistiche.  Quale pittore operò molto nelle ore libere dall'insegnamento, ispirandosi soprattutto al lago, cogliendone gli aspetti nelle località care al Manzoni: Pescarenico, il Resegone, con tocco divisionista al quale rimase sempre fedele.  Oltre che autore di quadri a olio, fu acquerellista. Sue opere sono sparse in numerose abitazioni lecchesi e una ne custodisce il Municipio.  Per disposizione della Camera di Commercio, nel 1909 ritrasse il Ponte Azzone Visconti, le cui strutture furono modificate nel 19 IO.  Oltre al necrologio di 1. Maffia, l'autore dell'articolo ricordato nella appendice bibliografica, altri ne scrisse sull'arte del Pittore; una scheda è pure consultabile presso la Pinacoteca di Lecco a cura della quale si annuncia l'allestimento di una mostra dei dipinti di Maf'fia.

BIBLIOGRAFIA

A. RUGGIERO, I. Maffia, Necrologio, «Il Prealpino», 14 giugno 1924.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: