HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

JOLI GIROLAMO.  Brescia, 2 luglio 1780 - 2 agosto 1855.

Figlio di Giancarlo, che il Fenaroli dice pittore e suo primo maestro, Girolamo Joli manifesta fin da giovanotto attitudine all'arte e i suoi frutti allinea anche in occasione di esposizioni dell'Ateneo.Paesaggista, si appassiona poi alla numismatica e alla archeologia acquisendo in queste discipline notevole competenza.  Quest'ultima passione lo rende animatore della iniziativa che dette vita al nostro Museo che, al ritrovamento della Vittoria alata, prende impulso.  In virtù della competenza e assiduità dimostrate, Girolamo Joli viene nominato «custode» del Museo stesso.Accanto a preziosi disegni di epigrafi romane, lascia disegni degli anni 1848-1849 raffiguranti episodi della epopea bresciana.

Assorbito dal compito affidatogli dalla municipalità, tralasciò l'arte pittorica della quale, pertanto, resta esigua traccia. t il padre di Faustino. (v).

BIBLIOGRAFIA

S. FENAROLI, «Dizionario degli artisti bresciani», 1887.

THIEME BECKER, Vol.  XIX (1926).

E. BP-NILZIT, «Dictionnaire... des peintres», Paris, Vol.  IV. (1961). «Storia di Brescia», Vol.  IV.

A . M. COMANDUCCI, «Dizionario dei pittori... italiani», Ed.  IV, (1972).

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: