HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

GOLDANI AGOSTINO.  Verolanuova, 16 novembre 1915-Remedello, 30 ottobre 1977.

Autodidatta, ha frequentato la scuola elementare fino alla IV classe; a diciotto anni parte volontario per l'Africa orientale e al ritorno (1937) è assunto dalle Acciaierie di Brescia dove lavora fino al 1945.  Coinvolto in un bombardamento abbandona lo stabilimento e per alcuni anni è rappresentante di una ditta che fabbrica liquori.  Ammalatosi, deve rinunziare anche a questa attività: lo sostiene la moglie, Dionisia Bandiera, sposata nel 1940. L'infermità, la disoccupazione lo isolano e l'affrangono, dandogli la sensazione di appartenere alla schiera degli sconfitti dalla vita.  Da questa amara situazione scaturisce la sua pittura, tenuta tenacemente nascosta anche ai famigliari. Nonostante la sua impreparazione, attraverso i suoi disegni e dipinti si ravvisano echi da Carrà a Sironi (per la severità), Maccari (per la fantasia grottesca), Chagall (per la liricità fabulistica). Le sue opere sono ancor da scoprire perché l'unica mostra allestita, postuma, presentava succinta raccolta.  Ciò non di meno si è rivelata sufficiente a delinare un notevole talento pittorico che nelle figure ha saputo esprimere l'amarezza provocata da «l'urto di una innocenza per sempre ferita a morte» con la realtà contingente.

BIBLIOGRAFIA

G. TONNA, «A.  Goldani», Editrice Galleria dell'Incisione, Brescia, 20 ottobre 1979. (In occasione della mostra postuma).  Si vedano i quotidiani prossimi alla data di apertura della rassegna.

G. STELLA, Arte, «La Voce del popolo», 4 aprile 1980.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: