HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

GIUGNO FRANCESCO.  Brescia, 1574-165 1.

Secondo le «Guide», egli fu allievo di Pietro Marone e- di Palma il Giovine, derivando da quest'ultimo l'arte, tanto che taluni lavori per molto tempo sono stati alternativamente assegnati or all'uno or all'altro. Giugno è fra gli artefici operosi in S. Maria delle Grazie nel 1617: un gruppo comprendente il Marone, Camillo Rama, Viviani, Pilati, i due Gandino, il Fiammenghino e la cui fama era assai vasta.  Figurista, Francesco Giugno fra tutti godeva di larga simpatia sia per il piacevole, caldo colorito di scuola veneta, sia per la accurata composizione. Con i più noti quadratiseli operò altresì in numerosi edifici sacri e non, in Brescia e fuori.  A Bergamo, ad esempio, o ad Adrana bergamasca, o nel Vicentino, come afferma il Ridolfi od a Casalmaggiore. Nel Bresciano si possono citare suoi interventi a Bovegno, Carpenedolo, Chiari, Marcheno, Nave, Nuvolera, Rodengo, Sale di Gussago, Padenghe, Quinzano.  Indicative della sua arte sono Il ripudio di Agar, in S. Maria delle Grazie, la Madonna degli orefici, in S. Maria del Carmine a Brescia; così come nella bergamasca chiesa del Carmine dipinse il Martirio di S. Barbara, datato 165 1, e che precede di poco l'incarico avuto dal Duca di Mantova di dipingere il palazzo della Favorita; incarico troncato sul nascere dalla morte del pittore. Dilettandosi di musica e di teatro, nella sua casa riuniva appassionati di queste discipline nella «Accademia del Sollevati».  Per alcuni fu anche autore di quadri di battaglie.

BIBLIOGRAFIA

0. ROSSI, «Elogi storici di bresciani illustri», 1620.

C. RIDOLFI, «Le meraviglie della pittura», 1648.  Ed. 1934, Berlino, Vol. 11, pp. 253, 254.

M. BOSCHINI, «Le ricche miniere della pittura», Venezia, 1664.

E. PAGLIA, «Il giardino della pittura», 1692-1694.  Ed.  Boselli, 1958-1967.

L. COZZANDO, «Vago e curioso ristretto della storia bresciana», 1694.

G.A. AVEROLDI, «Le scelte pitture di Brescia», 1700.

P.A. ORLANDI, «Abecedario pittorico», 1704.

E. MACCARINELLI, «Le glorie di Brescia», 1747.  Ed.  C. Boselli, 1959.

G.B. CARBONI, «Notizie storiche di pittori e scultori», 1776, Ed.  C. Boselli, 1962.

B. ZAMBONI, «Memorie intorno alle pubbliche fabbriche ... », 1778.

L. LANZI, «Storia pittorica dell'Italia», Bassano, 1795.  Ed. 1823.

E. NICOLI CRISTIANI, «Vita e opere di L. Gambara», Brescia, 1807.

P. ZANI, «Enciclopedia metodica critico ragionata di B.A.», 1819-1824.

P. BROGNOLI, «Guida di Brescia», 1826.

S. TICOZZI, «Dizionario dei pittori, scultori ... », Milano, 1830-1833.

A. SALA, «Pitture e altri oggetti di B.A.», 1834.

E. DE BONI, «Biografie di artisti», Venezia, 1840.

E. ODORICI, «Guida di Brescia rapporto alle arti», 1853.

P. DA PONTE, «Esposizione della pittura bresciana», Brescia, 1878.

G. ROSA, Il Broletto di Brevcia, «Commentari dell'Ateneo», Brescia, 188 1.

S. FENAROLI, «Dizionario degli artisti bresciani», 1887.

A. GNAGA, «Guida di Brescia artistica», Brescia, 1903.

A. UGOLETTI, Brescia, Ist.  Italiano d'arti grafiche, Bergamo, 1909.

P. GUERRINI, Elenco della, opera, d'arte della Dio(-esi, «Brixia sacra», 1920 e segg.

P. GUERRINI, «Il santuario della B.V. delle Grazie», Brescia, 1923.

E. BtNtZIT, «Dictionnaire des... peintres», Paris, 1924.

G. NICODEMI, «Guida di Brescia», 1926.

P. GUERRINI, La galleria delpatrizio P. Brognoli, «Commentari dell'Ateneo», Brescia, 1927.

L. Ft D'OSTIANI, «Storia tradizione e arte per le vie di Brescia», Brescia, 1927.

A. PINETTI, «Inventario degli oggetti d'arte di Bergamo», Roma, 193 1.

«Cronache bresciane inedite», 193 1.

E. CALABI, «La pittura a Brescia nel Sei-Settecento», Brescia, 1935.

A. MORASSI, «Elenco delle cose d'arte e di antichità: Brescia», Roma, 1939.

C. BOSELLI, Spoliazioni napoleoniche, «Commentari dell'Ateneo», Brescia, 1960.

E. MURACHELLI, Secondo s pplemento a La pittura nel Sei-Settecento, «Commentari del l'Ateneo», Brescia, 1960.

«Storia di Brescia», Vol.  III.

C. BOSELLI, F. Giugno, pittore bresciano: la data della sua morte e alcune opere bergamasche, «Arte veneta», a. XXIII, 1969, pp. 223, 226.

G. PANAZZA, Le manifestazioni artistiche della sponda bresciatici..., «Il lago di Garda», Ateneo di Salò, 1969, p. 236.

G. PANAZZA, Pittura e scultura nel Broletto, «Commentari dell'Ateneo», Brescia, 1970.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: