HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

GHITTI FRANCA.  Erbanno, 1932-2012

Ha conseguito la maturità artistica; ha studiato altresì pittura a Milano; nel 1957 si è recata a Parigi dove ha frequentato l'Academie de la Grande Chaumiere mentre a Salisburgo ha seguito un corso di incisione presso la Intemational Sommer Akademie diretta da Oscar Kokoschka. In seno agli Istituti stranieri frequentati ha avuto modo di partecipare a collettive giovanili dal carattere internazionale.  Intorno al 1960 intraprende fervorosa attività nel suo studio di Boario dove fin dal 1954 si può ricordare una delle sue prime esposizioni.

Con il trascorrere degli anni molteplici si rivelano le tecniche espressive di Franca Ghitti che, se dapprima può dirsi si avvalga soltanto della pittura e dell'incisione, giunge poi all'uso di materiali vari, a forme materiche fino alla scultura in legno e in ferro. Notevole si rivela l'incidenza nel campo operativo e culturale in seno alla valle che le ha dato i natali. Se il curriculum espositivo, sia pure incompleto, è ricomponibile attraverso la successiva documentazione, il cammino creativo si fa complesso: ricondotto, almeno per quel che riguarda la forma, dapprima «nell'alveo di Paul Klee o di esperienze implicate con il surrealismo» ma poi configuratosi con poetica personale che affonda le radici nella essenza propria di una tradizione comunitaria delle valli a lei care.  Ma la penetrazione di una «plaga» popolare conduce ad interpretare mondi assai più vasti in Europa, in Africa.  Non a caso è stata protagonista di esperienza durata mesi, allorché si è recata a Nairobi per dare contributo di opere decorative nella chiesa degli italiani in quella città. Le sue opere decantano così un intatto mondo di cultura e di tradizioni: nascono dal suo pennello e dal suo bulino storie, racconti dal sapore di leggenda.  Personaggi e animali consueti (galli cedroni, uccelli, cavalli) e case contadine dalla rustica e pur nobile struttura ingentilita dalle soffuse cromie di neve. L'iconografia quasi infantile, ma la capacità tecnica preziosa, il sognante impulso evocativo conducono a esiti inconsueti; i colori di squisiti effetti «brillano dei bagliori delle pietre preziose in uno scrigno illuminato dal ricordo, nel buio profondo della memoria». Ancora par doveroso osservare che al di là della qualità pittorica, l'opera di Franca Ghitti è apprezzabilissima per la forza trascinante i concittadini a un recupero di ataviche tradizioni e per l'atto di denunzia, anche se non esplicitamente gridato, nei confronti della civiltà contemporanea che del passato sembra cancellare ogni segno.  Della esortazione a questo «recupero» sono testimonianza anche le recenti opere assimilabili più alla scultura che alla pittura e pertanto dall'aspetto che esula dagli intendimenti di questa nota.

BIBLIOGRAFIA

G. GAIONI, La giovane F. Ghitti espone a Boario, «Giornale di Brescia», s.d., (1 954).

F.G., Quadri, incisioni, intarsi.... «Giornale di Brescia», s.d. (1 954).

0. DI PRATA, Personalità artistica di F. Ghitti, «La strada dei giovani», 195 5.

ARGUI, A Boario dopo una mostra, «Giornale di Brescia», s.d. (1955).

G. VALZELLI, Tra tavolozze a Boario, «Giornale di Brescia», 7 agosto 1956.

E.C.S., Pittura bresciana oggi, «Giomale di Brescia», 3 giugno 1958.

G. CASTELVEDERE, Le Mostre, «La Voce del popolo», s.d., (1 958).

L. GOFFI, «I'Premio nazionale Valle Camonica», 15 agosto- I 5 settembre 1959, Catalogo.

«XXI Biennale di Milano», Milano, novembre 1959, Catalogo.

L. BORGESE, La vittoria sull'astrattismo non giustifica.... «Corriere della sera», 30 dicembre 1960.

«Il merito», Annuario dei premi e dei premiati d'Italia, Ed.  Costruire, Sarzana, giugno 196 1.

B. MARINI, Mariniflasch, «Biesse», a. 1, n. 5, maggio 196 1.

«Mostra biennale G. Giolitti», Galleria d'arte La Meridiana, Mondovì, luglio 1961, Catalogo a cura di L. Carluccio.

«Libera stampa», Lugano, I settembre 196 1.

«Gazzetta ticinese», Lugano, 9 febbraio 1962, Mostra di F. Ghitti.

«Libera stampa», Lugano, I 0 febbraio 1962, F. Ghitti all'Elite.

G.C., F. Ghitti all'Elite, «Corriere del Ticino», 12 febbraio 1962.

«Corriere lombardo», 22-23 febbraio 1962, Personale a Lugano di F. Ghitti.

«L'Eco di Bergamo», 20 febbraio 1962, Note d'arte: F. Ghitti a Lugano.

G. SCHOENENBERGER, F. Ghitti, «L'Osservatore delle arti e scienze», Lugano, 23 febbraio 1962.

«Gente camuna», 28 febbraio 1962, Boario Terme.

«La Voce del popolo», 3 marzo 1962, Vivo successo a Lugano di F. Ghitti.

89

«Gazzetta ticinese», Lugano, 5 marzo 1962, Continua all'Elite la mostra di F Ghitti. «Giomale di Brescia», s.d., (febbraio 1962), La pittrice di Boario.

E.C.S., Il Premio città di Treviglio, «Giomale di Brescia», 25 marzo 1962.

G.V.(alzelli), Il Garda come una bella donna, «Giomale di Brescia», I giugno 1962. «Giornale di Brescia», 29 maggio 1963, La bresciana Ghitti espone in Svizzera. «L'Eco di Bergamo», 2 giugno 1963, Pittrice di Boario espone in Svizzera.

«La Voce del popolo», agosto 1963, Quattro pittori bresciani si affermano a Ravenna. «L'Ordine», agosto 1963, Ambito riconoscimento nel Premio Marina di Ravenna.  JO COLLARCHO, Galleria d'arte, «Biesse», a. 111, n. 3 1, novembre 1963, p. 16. «XXIII Mostra biennale d'arte di Milano», novembre-dicembre 1963.

«Giomale di Brescia», 31 dicembre 1963, F Ghitti espone a Montecarlo.

A. RAMPINELLI, «Dodici ritratti di donne», I.G.B., Brescia, 1963.

G.F. MAIORANA, «Momento artistico bresciano», Stampa Apollonio, Brescia, 1963.

G. VALZELLI, Pittori bresciani sul Garda, «Giomale di Brescia», 5 luglio 1964.

JO COLLARCHO, Galleria d'arte, «Biesse», a. IV, n. 39, luglio 1964, p. 2 1.

«Contea di Bonnio», Bormio, 1964, Catalogo.

E. LAMA, Appunti sul XII concorso Marina di Ravenna, «Lavoro di Romagna», novembre 1964. «Premio internazionale Europa arte», Ancona, I gennaio- I 5 febbraio 1965.

MIRKO, La pittrice boarense F. Ghitti espone al Tonale, «Giornale di Brescia», 14 marzo 1965.  M. MININI, La pittrice F. Ghitti, «Biesse», a. V, n. 47, aprile 1965.

F.C.(alzavacca), «Notiziario d'arte», Roma, aprile 1965.

G. VALZELLI, Il Garda in un bicchiere, «Giomale di Brescia», 4 giugno 1965.  G.V., Alla mostra delpremio Monticelli, «Giornale di Brescia», 25 luglio 1965.  M. ALZETTA, «Galleria Contarini», Venezia, 26 febbraio-1 I marzo 1966. «Giomale di Brescia», 8 e 15 settembre 1967, Premio Monticelli B.

G. GUERINI, Alpremio Gardone V T, «Giomale di Brescia», I I ottobre 1967.

C. MUNARI, «Galleria Piazza di Spagna», Roma, 19 febbraio-4 marzo 1968.

F.C.(alzavacca), Successo di F. Ghitti a Roma, «Biesse», a. Vlll, n. 79, marzo 1968.

S. MAUGERI, «Galleria l'Incontro», Vicenza, 26 ottobre-6 novembre 1968.

«Galleria M. Fogolino», Trento, 15 febbraio-1 marzo 1969. (Testo di S. Maugeri).

R. MARGONARI, «Galleria la Saletta», Mantova, 12-25 aprile 1969.

«Giornale di Brescia», 9 maggio 1969, L'ottavo premio Treccani. (Si veda s.f. del 18 settembre e 4 ottobre 1969). G. POLONI, «Arte bresciana '70», Centro studi Sardini, Brescia, 1970.

G.V.(alzelli), Nella chiesa degli italiani a Nairobi, «Giomale di Brescia», I I settembre 197 1.

L. IMBRIANI, A Milano l'artigianato camuno, «Giornale di Brescia», 2 gennaio 1972.

V. SCHEIWILLER, «Biblioteca civica», Monza, 26 gennaio-6 febbraio 1974. (Testo tratto da:

«Galleria S. Stefano», Venezia, 1972).

D. TOMAGNINI, Ilfolclore camuno nel legno, «Giomale di Brescia», 30 dicembre 1975.

A. MAZZA, Uno scrignoper il liuto di Gassire, «Giornale di Brescia», 15 dicembre 1976.

«Giornale di Brescia», 23 dicembre 1977, F. Ghitti, assorta visitazione dell'Africa primitiva.

E. FEZZI, «Biblioteca comunale di palazzo Sormani», Milano, febbraio 1978.

L. SPIAZZI, F. Ghitti e lotta poetica, «Bresciaoggi», 4 marzo 1978.

F. DE SANTI, Un difficile dialogofra Chiesa e arte, «Bresciaoggi», 17 giugno 1978.

A. MAZZA, Il ricupero della memoria, «Giomale di Brescia», 21 luglio 1978.

F. DE SANTI, L'alfabeto magico di F. Ghitti, «Bresciaoggi», 9 settembre 1978.

A.M., Il libro scultura, «Giornale di Brescia», 16 marzo 1979.

L. SPIAZZI, Memoria delferro, «Bresciaoggi», 23 giugno 1979.

G. STELLA, La voce delferro, «La Voce del popolo», 31 agosto 1979.

A. MAZZA, Cronachettafra incisioni e poesia, «Giornale di Brescia», 10 gennaio 1980.

«Arte bresciana oggi», Sardini Ed., Bomato.

A.M. COMANDUCCI, «Dizionario dei pittori... italiani», Ed.  IV (1 972).

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: