HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

GAROSIO OTTORINO.  Vestone, 12 gennaio 1904-3 novembre 1980.

Che dire di Ottorino Garosio, che già non sia noto! Per più di mezzo secolo cantore della sua terra: artista e personaggio. Autodidatta, si ispirò al paesaggio valsabbino e agli uomini che in quel paesaggio agiscono, cogliendone i più comuni e tradizionali aspetti.  Negli ultimì anni di vita s'era dedicato con più insistenza al ritratto, e ripetutamente ritrasse anche se stesso, fino a poter allestire rassegne con numerosi suoi volti, così come ultimamente aveva affrontato anche l'incisione, fino a produrre una cartella. «Ultimo rappresentante della scapigliatura valsabbina degli anni Trenta, si sentiva tanto immedesimato da rifiutare ben più alti onori e rìcompense, in varie parti d'Italia, d'Europa e addirittura d'oltre oceano», per non staccarsi da quel lembo di terra di cui conosceva ogni più recondito angolo, il più lieve cangiar di luce, ad ogni stagione.  E della quale sapeva cogliere i frutti saporosi in colorite, solide nature morte. In gioventù era stato a scuola a Riva di Trento, conoscendo Giancarlo Maroni, il noto architetto del Vittoriale.  Furono gli anni in cui, per aiutare la famiglia, non esitò ad eseguire decorazioni o, addirittura, imbiancare pareti.  Negli anni Venti, il nascere dell'amicizia con Edoardo Togni con il quale divìse giorni di spensierata indigenza. «Dormivamo nei fienili insieme - ricorderà - per l'ideale dell'arte».

E pur se assimilata e resa personale, la visione artistica di Togni giovò indubbiamente al giovani Ottorino. Quante opere dipinte in così tanti anni di esuberante attività, non interrotta neppure dal ricorrente eczema alle mani prodotto dai colori. Colline dai toni bruciati, strade di paese innevate, interni di case dai bassi soffitti e illuminate da finestre spalancate su orti e monti; la primavera degli alberi, i mercatini di Nozza, con quegli uomini dal largo mantello, e gli stessi poi curvi sotto il peso di grevi sacchi o fasciame... i funghi, i fiori, i frutti... gli autoritratti, infine. Pittura ricca di cromie, come di umore, dal succoso e rorido impasto giocato sui bruni di terre, sui rossi accesi, gli azzurri, i verdi e, nelle figure, quei grigi armonizzanti con i fondali di rustici intonaci a racchiudere «tutto un versante della nostra memoria contadina, montanara, pastorale... gente che in compenso d'una vita dura godeva, quasi senza accorgersene, senza dirselo, le luci dell'inverno, i fremiti della primavera, i misteriosi profili delle creste nevose, i colori che calano esuberanti e nìischiati, lungo le pendici autunnali».E Garosio fu uno di loro, schiettamente spontaneo, estroverso, esuberante «amicone» che sapeva intrattenere gli amici anche facendo vibrare le corde d'una chitarra, cantando, tutt'altro che restio a versare un buon bicchiere di vino.  Quanti i suoi dipinti? quanti i disegni e quante le mostre? Dalla nota documentaria risulteranno assai numerose, ma a lui piaceva ricordarne una in particolare, quella che lo aveva condotta a Milano, nel 1956, presso la «Galleria Bergamini».  Forse la conferma delle sue doti che poi tornò a spargere fra noi. La notorietà dell'uomo, come il pittore, ha indotto più editori a dedicargli voluminose monografia.

BIBLIOGRAFIA

P.SARTORI TREVES, La V mostra del sindacato interprovinciale ecc. «Brescia», a. V, luglio 1934.

«Il Mostra del sindacato provinciale B.A.», Brescia, 1934.

P.FEROLDI, Esame dei valori alla sindacale d'arte, «Il Popolo di Brescia», 23 dicembre 1934.  Idem in: «L'Arengo», a. VIII, n. 1, 1935, p. 50.

P. FEROLDI, Precisazioni... «Il Popolo di Brescia», 2 dicembre 1936.

«IV Mostra del Sindacato prov.  B.A.», Brescia, 1938.

P. FEROLDI, La IVmostra sindacale d'arte, «Il Popolo di Brescia», 15 febbraio 1938.

L.V.(ecchi), Tavolozza triumplina, «Il Popolo di Brescia», 26 agosto 1938.

«Galleria Campana», Brescia, 12-28 febbraio 1938. «Il Popolo di Brescia», I 0 maggio 19 3 9.

E.PASINI, VI sindacale delle arti, «L'Italia», 16 maggio 1942. «Galleria Schreiber», Brescia (Piazza del Mercato), 14-30 gennaio 1945.

L. FAVERO, Pittori e scultori alla mostra d'arte e cultura, «L'Ora del popolo», 18 ottobre 1945.

AEQUUS, Duecento opere di artisti bresciani, «Giornale di Brescia», 24 ottobre 1945.

ADEPA, Rubrica d'arte, «Arti», Milano, 23 marzo 1946.

AEQUUS, Pittori e scultori a convegno in via Gramsci, «Giornale di Brescia», 24 ottobre 1946.

AEQUUS, Moderati e nel mezzo gli artisti del Gruppo B, «Giomale di Brescia», 8 maggio 1947.

0.DI PRATA, La mostra dell'Associazione artistica, «Il Popolo», I I maggio 1947.

E.PASINI, Vernice agli Indipendenti, «Il Popolo», 2 dicembre 1947.

«L'Araldo delle arti», dicembre 1947, Gli artisti Indipendenti di Brescia. «Giomale di Brescia», 24 aprile 1952, Garosio e Cloza alla A.A.B.

«Giomale di Brescia», 22 settembre 1952, A un milanese e a quattro bresciani...

A.A., 0. Garosio dalla sua valle alla A.A.B., «il Cittadino», 19 aprile 1953. V.A., Palchetto degli artisti, «Giornale di Brescia», 23 aprile 1953.

«Giornale di Brescia», 28 aprile 1953, All'osteria, Ill.

«Giornale di Brescia», 19 settembre 1953, A quattro concittadini e a due,forestieri il Premio Bre-

scia. (Si veda il Catalogo del «Premio di pittura Brescia», 1953).

V.A., Garosio alla Famiglia artistica, «Giornale di Brescia», 22 ottobre 1953.

MARTE-LONI, Alla A.A.B. di scena i tradizionalisti, «La Tribuna delle Regioni», 3 dicembre 1953.

«Giomale di Brescia», 19 dicembre 1953, 0. Garosio espone a Villa Alba di Gardone R. A.R.(apetti), La vernice della personale di 0. Garosio, «Giornale di Brescia», 22 dicembre 1953.

0. DI PRATA, 0. Garosio, «L'Ora serena», settembre 1955.

G.V., Palchetto degli artisti; 16 pittori delpiccolo quadro, «Giornale di Brescia», I gennaio 1956.

D.PREDAVAL, Rubrica d'arte, «Le Ore», Milano, 27 gennaio 1956.

M.PORTALUPI, Mostre, «La Notte», gennaio 1956.

L. BORGESE, Rubrica artistica, «Corriere della sera»@31 gennaio 1956.

M.DE MICHELI, «L'Unità», 21 gennaio e 3 febbraio 1956.

L.BUDIGNA, Garosio, «La fiera letteraria», Roma, 12 febbraio 1956.

R.DE GRADA, Artiplastiche efigurative (Trasmissione radiofonica del 24 gennaio 1956).

«Giornale di Brescia», 24 agosto 1956, L'ottava rassegna orceana.

V. FAGGI, Alpremio Orzinuovi, «Giornale di Brescia», 31 agosto 1956.

«Giomale di Brescia», I settembre 1957, Premio Orzinuovi.

R.APICELLA, Pittura bresciana del dopoguerra, «Brescia e Provincia», monografia ill. per gli anni 1958-1959, p. 88.

0.GAROSIO, «Galleria A.A.B.», Brescia, 26 aprile-8 maggio 1958.

G.VALZELLI, Pittori bresciani a Breno, «Giornale di Brescia», 20 agosto 1959.

«Premio di pittura Palazzolo», 1-1 5 novembre 1959.

G.PANAZZA, «La Pinacoteca Tosio Martinengo», Ed.  Alfieri e Lacroix, Milano 1959.  E.C.S.(alvi), Pittura italiana oggi, «Giornale di Brescia», 7 giugno 1960.

«Il, Mostra A.A.B.», Brescia, 24 settembre-4 ottobre 1960.

L.FAVERO, Mostra alla Galleria Alberti, «La Voce del popolo», 25 marzo 196 1. «La Voce del popolo», 6 maggio 196 1, Omaggio di artisti bresciani alla Madonna.  G.V., Ai valsabbini Stagnoli e Garosio ecc., «Giomale di Brescia», I I maggio 196 1.

R.BRESCIANI, 0. Garosio, «Biesse», a. 1, n. 7, settembre 196 1.

F.PELIZZARI, Safari, «Brescia», a. Xlll, n. 39, marzo-aprile 1962.

G.MUSSIO, «Gaiìeria Gussoni», Milano, maggio 1962.

M.LEPORE, Rubrica d'arte, «Corriere d'informazione», 29-30 maggio 1962.

M.MONTEVERDI, Rubrica d'arte, «Corriere lombardo», 31 maggio-1 giugno 1962.

R.B., Ghedi ha commemorato A. Marpicati, «Giomale di Brescia», 28 ottobre 1962.

G.VALZELLI, I Profeti e la turba..., «Bruttanome», Vol. 1, (1 962). «Galleria A.A.B.», Brescia, 23 marzo-4 aprile 1963.

E.C.S.(alvi), Mostre d'arte, «Giomale di Brescia», 28 marzo 1963. «ljla Mostra A.A.B.», Brescia, 27 aprile-5 maggio 1963.

JO COLLARCHO, Galleria d'arte, «Biesse», a. 111, n. 25, aprile 1963.

JO COLLARCHO, Galleria d'arte, «Biesse», a. 111, n. 32 dicembre 1963, p. 18, passim.

G.F. MAIORANA, «Momento artistico bresciano», Stampa F.lli Apollonio, Brescia, 1963.

«Artisti italiani contemporanei», Ed.  La Ginestra.

E.C.S.(alvi), Mostre d'arte, «Giornale di Brescia», 27 marzo 1964.

G.S.(tella), Vivo successo di 0. Garosio, «L'Italia», marzo 1964.

G.S.(tella), 0. Garosio alla A.A.B., «La Voce del popolo», marzo 1964.

G.V., Inizia la fiera di Montichiari, «Giornale di Brescia», 8 maggio 1964.

G.V., Ipittori bresciani sul Garda, «Giomale di Brescia», 5 luglio 1964.

G.VALZELLI, Nella mostra della caccia alla A.A.ß., «Il Cittadino», I I ottobre 1964. «Storia di Brescia», Vol.  IV.

R.APICELLA, Lettera aperta a 0. Garosio, «L'Eco di Brescia», 26 marzo 1965.

A.MORUCCI, Galleria d'arte, «Biesse», a. V. n. 46, marzo 1965.

«Giornale di Brescia», 7 maggio 1965, Garosio all'ospedale.

G.VALZELLI, La tre giorni di Montichiari, «Giornale di Brescia», 12 maggio 1965. «Biesse», a. V, n. 48, maggio 1965, p. 36, Cronaca valsabbina.

«Voce amica», N.U., Monticelli B., luglio 1965, p. 7.

G.V., Alla mostra delpremio Monticelli, «Giornale di Brescia», 25 luglio 1965.

A. ZAGNI, Garosio, «Giornale di Brescia», 25 dicembre 1965.

G.V., S. Pancrazio, «Giornale di Brescia», 12 maggio 1966.

L. SPIAZZI, «Galleria Cavalletto», Brescia, 8-21 ottobre 1966. (Collettiva con Dolci e Fiessi).

E.C.S.(alvi), Dolci Fiessi e Garosio, «Giomale di Brescia», 18 ottobre 1966.

A. MAZZA, «28 studi di artisti bresciani», Ed.  Squassina, Brescia, 1966.

«Galleria d'arte Cavalletto», Brescia, 28 aprile 1967.

0.GAROSIO, «Galleria A.A.B.», Brescia, 2-15 dicembre 1967.  E.C.S.(alvi), Mostre d'arte, «Giomale di Brescia», 13 dicembre 1967. «Galleria CIDA», Brescia, 10-22 febbraio 1968.

E.C.S.(alvi), Omaggio a sei realisti, «Giornale di Brescia», 26 marzo 1968.

«Giomale di Brescia», 25 giugno 1968, Personale di Garosio a Idro.

R.B., Un pittore errabondo da Vestone al Benaco, «Giomale di Brescia», 14 marzo 1969.

B. MARINI, La divisa cittadina di Garosio, «Giornale di Brescia», 7 dicembre 1969.

E.C.S.(alvi), Mostre d'arte, «Giomale di Brescia», 19 dicembre 1969.

«Giomale di Brescia», 3 agosto 19 70, Garosio pittore da copertina. (Per l'edizione Bolaffi).

«Giomale di Brescia», I I giugno 1970, Dieci dipinti di Garosio rubati in una Galleria.

G.V., Pasqua in S. Giuseppe,«Giornale di Brescia», 17 aprile 197 1.

«Giomale di Brescia», 8 agosto 197 1, Assegnati ipremi del terzo concorso di pittura Gambara. G.V., Garosio calabrone musicale, «Giomale di Brescia», 15 agosto 197 1.

«Giornale di Brescia». 30 giugno 1972, A Garosio e Pedrali ilpremio Collio.

A.M., Omaggio all'Eridio, «Giomale di Brescia», 5 agosto 1972.

«Il Regalo», Inverno 1972-73, Stampa Tip.  Vestonese, 1972.

«Bresciaoggi», I febbraio 1973, Dodicipittoriper un lunario.

AA.VV., «Disegno perché?», A.A.B., Brescia, 28 aprile-10 maggio 1973, Catalogo.

«Galleria l'Araldo», Brescia, 27 settembre-10 ottobre 1975.

E.C.S.(alvi), Mostre d'arte, «Giornale di Brescia», 7 ottobre 1975.

G.S., Arte, «La Voce del Popolo», novembre 1976.

«Galleria A.A.B.», Brescia, 17-29 dicembre 1977. (Collettiva con A. Franceschini e F. Tisi).  L. SPIAZZI, «Le nature morte di 0. Garosio», Grafo edizioni, Brescia, 1978.

«Galleria S. Gaspare», Omaggio all'Otto-Novecento bresciano, Tip.  Zemil, Brescia, dicembre 1978.

«Brescia-arte», N.S. 8, secondo semestre 1978, Gli autoritratti di Garosio.

A.MAZZA, Unafesta per 0. Garosio, «Giornale di Brescia», 12 gennaio 1979.

A.MAZZA, «Galleria La comice», Desenzano, 1-26 aprile 1979.

L.SPIAZZI, Giro dell'arte, «Bresciaoggi», 7 aprile 1979.

L.SPIAZZI, «La nuova città», Brescia, I dicembre 1979. (Collettiva con Pedrali e Stagnoli).

L.SPIAZZI, Arte in città, «Bresciaoggi», 8 dicembre 1979.

L.SPIAZZI, «Piccola galleria U.C.A.I.», Brescia, 8-31 dicembre 1979.

E.C.S.(alvi), Mostre d'arte, «Giomale di Brescia», 18 dicembre 1979.

G.TONNA, Garosio patriarca, «Giomale di Brescia», 19 dicembre 1979.

L.SPIAZZI, Arte in città, «Bresciaoggi», 22 dicembre 1979.

AA.VV., «Brescia '80», Brescia, I - I I maggio 1980, Catalogo.

A.MAZZA, «Galleria La comice», Desenzano, 25 ottobre-20 novembre 1980. «Brescia-arte», N.S. 5, secondo semestre 1980, Le incisioni di Garosio.

AA.VV., «Giornale di Brescia», 4 novembre 1980, Necrologi.

AA.VV., «Bresciaoggi», 4 novembre 1980, Necrologi.

A.M. COMANDUCCI, «Dizionario dei pittori italiani», Ed.  IV (1972). «Arte bresciana oggi», Sardini Ed.  Bornato.

Nota:Particolare carattere ha: «I me culur i mé amur», Tip.  Vestonese, 1979.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: