HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

GALEAZZI AGOSTINO.  Brescia, 1523.

Nato da mastro Maffeo, padre di Giovan Battista al quale fu maestro, Agostino Galeazzi risulta già morto nel 1588. Allievo di Alessandro Bonvicino, lascia poche opere 'n Brescia, perché operò con più assiduità a Vicenza, adeguandosi anche con una certa felicità creativa all'arte veneta, in particolare a quella di Paolo Veronese. Sue opere certe sono: L'Adorazione dei Magi nella parrocchiale di Martinengo (1 556), un'altra Adorazione (1 558) nella chiesa di S. Rocco a Vicenza, una pala raffigurante i Santi Giovanni e Paoio (1 562), mentre altre fin dall'Ottocento e ancor prima gli sono state attribuite quali: Madonna in trono e Santi (1 552) un tempo nella chiesa di S. Pietro in Oliveto, in Brescia, ed ora custodita in Vescovado, altra ancora un tempo in S. Pietro, Adorazione (tema prediletto dal pittore) ed ora nel Seminario di S. Angelo, pure a Brescia, così la Adorazione della parrocchiale di Coccaglío veduta anche dal Fenaroli.  Ma altre opere potrebbero essergli attribuite fra quante, morettesche, poterono averlo avuto come aiuto del maestro.  Una trama ancora da dipanare sia per meglio conoscere la figura sia l'arte del Galeazzi, a volte confuso anche come autore di opere d'altri pittori, quali Fasolo.

BIBLIOGRAFIA

G.A. AVEROLDI, «Le scelte pitture di Brescia», 1700.

F. MACCARINELLI, «Le glorie di Brescia», 1747, Ed.  C. Boselli, 1959.

G. B. CARDONI, «Notizie storiche dei pittori e scultori», Brescia, 1776, Ed.  C. Boselli, 1962.

P. BROGNOLI, «Guida di Brescia», 1826.

P. DA PONTE, «Esposizione della pittura bresciana», Brescia, 1878.

S. FENAROLI, «Dizionario degli artisti bresciani», 1887.

THIEME BECKER, Voi.  Xlll (i 920).

A. PINETTI, «Bergomum», 1928, 111, p. 43.

G. FIOCCO, Ag(istino cartario, «Rivista d'arte», 193 1, Xlll, p. 144.

A. VENTURI, «Storia dell'arte italiana», IX, Vol.  Vll, p. 313.

U. BARONCELLI, «Due tele cinquecentesche bresciane in S. Rocco a Vicenza», Brescia,

1946-1947.

PANAZZA BOSELLI, «Pittura in Brescia dal Duecento all'Ottocento», 1946.

C. BOSELLI, Museo minore Bresciano, Agostino Galea zi, «Terra nostra», n. 3, febbraio 1953, p. 17.

E. ARSLAN, «Le chiese di Vicenza», Roma, 1956, p. 152.

G. PANAZZA, «La Pinacoteca Tosio Martinengo», ed.  A1Fieri e Lacroix, Milano, 1959.

C. BOSELLI, Spolia--ioni napoleoniche.... «Commentari dell'Ateneo» Brescia 1960.

G. ZORZI, G.A. Fasolo, «Arte lombarda», 196 1.

E. ARSLAN, Postilla a n arti(-olo di G. Zorzi, «Arte lombarda», 1962.

«Storia di Brescia», Voli.  I I e 111.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: