HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Fossati Andrea. Toscolano del Garda, 1844 - 6 settembre 1919.

Avviato agli studi classici, onorevolmente compiuti, Andrea Fossati ha frequentato l’Accademia di Brera sotto la guida di Giuseppe Bertini.

La prima affermazione di cui si ha ampia testimonianza è del 1876, allorquando un suo quadro: Sorpresa, esposto alla Mostra di B .A. di Torino, è acquistato dal duca di Genova. Già il pittore benacense aveva meritato parecchie medaglie e menzioni onorevoli durante gli studi. Si sa anche il compenso riscosso per l’opera ceduta: duemila lire. Ma altri dipinti sono acquistati in quella occasione, ed uno prende la via di Londra.

La nota della “Sentinella bresciana” del 18 maggio 1876 attribuisce alla modestia del pittore la mancata sua notorietà, certo inferiore ai meriti. Ciò non toglie che altri suoi lavori siano accettati in note Esposizioni e che via via adorni no pareti di palazzo reale a Napoli, Dilettante di musica; il museo Voltiano di Corno, Ritratto di A. Volta; la Galleria d’arte moderna di Milano, L’agguato; mentre La violinista è scelta dal principe Tommaso Savoia.

Ma altri ancora dei dipinti del Fossati sono in case salodiane, citati da pubblicazioni e presso eredi in città.

Valente ritrattista, ha vissuto prevalentemente a Milano, non tralasciando di partecipare anche a esposizioni bresciane; così fra gli anni 1898 e 1902 circa ci è possibile dire di alcune Scene infantili, accanto ad Ero dalla “coscienziosa fattura”. Sua è la decorazione di palazzo Delai a Toscolano del Garda (1900).

BIBLIOGRAFIA

Sta in: R. LONATI, Biografie di artisti bresciani: Andrea Fossati, “Commentari dell’Ateneo di Brescia” per il 1996 (1997).

Si veda inoltre: G. ORLANDI, Signorine dell’Ottocento, “STILE Arte” n. 68, marzo 2003.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: