HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Firmo Arturo. Brescia, 20 settembre 1894 - 12 marzo 1975.

Mossi i primi passi artistici in seno alla Scuola Moretto, iscrittosi successivamente ai corsi di Brera, Arturo Firmo nell’ambito milanese ebbe modo di avvicinare Valori e il dimenticato Biasi, epigoni di Tallone.

Ma il pittore nostro si formerà guardando gli Impressionisti, Sisley in particolare, e Arturo Tosi che lo stimò. Giunse così a personale elaborazione e coerente visione pittorica.

Alla natura bresciana, dai Ronchi alle Valli Trompia e Camonica, ai nostri laghi dedica i suoi colori, cogliendo via via tenui toni di primo sole, teneri o intensi verdi di prati e di colli ubertosi e i rustici fiori di quei piani, raccolti in policromi vasi dinnanzi a finestre aperte su consueti tetti; angoli di paesi montani in cui un lavatoio o una fontana offrono il destro di animare la scena.

Un mondo rustico e pulito che gli consente di fare squillare una tavolozza brillante e delicata, di muovere il pennello nella solidità di muri antichi, di secolari tronchi d’alberi dalla immensa chioma coronata dal sinuoso profilo di colli o vette innevate. E durante periodi estivi l’occhio pronto a rincorrere ampi orizzonti veneziani, vicoli di Salemo, Vietri, Jesolo, paesucoli d’Abruzzo; notazioni vivaci a ricomporre il brulicar di cromie dei pescherecci e rimorchiatori a riposo in porticcioli.

La partecipazione a mostre, per Arturo Firmo, è cominciata al compiersi del primo conflitto mondiale, in occasione di collettive allestite nel Ridotto del teatro Grande, accanto ai “veterani” Castelli, Bertolotti, Ronchi, Cresseri, e le “promesse” Vimercati, Pini, i Mozzoni, Bosio.Altre apparizioni seguono, in seno alla società dell’Arte in famiglia e le numerose personali in Brescia, a Milano, Genova, Bergamo, Knokke (Belgio), dove ha potuto far conoscere e apprezzare visioni della nostra terra.

I verdi, soprattutto i verdi assumono significato nei dipinti di Firmo che, nell’ultimo scorcio di vita, divenuto pressoché cieco, sopportò con grande fermezza d’animo la impossibilità di proseguire a dipingere quanto aveva amato e interpretato infinite volte con il pennello rapido, ricreante atmosfere e panorami densi di umori schietti, come schietto è stato l’artista.

Ad attestare la popolarità e il prestigio della sua opera stanno le già numerose mostre allestite dopo la sua scomparsa e la ricerca di suoi dipinti da parte degli appassionati.

Fra i primi soci della A.A.B., Firmo espose numerose volte in quella sede e con gli Indipendenti facenti capo alla Galleria della Loggetta, presso la quale per numerosi anni fu consulente artistico, raccogliendo attorno a sé giovani.

BIBLIOGRAFIA

“La Provincia di Brescia”, 7 gennaio 1919, La mostra dei pittori bresciani nel Ridotto del Teatro Grande.

“La Sentinella bresciana”, 30 gennaio 1921, Tra quadri e artisti.

G. BAGNI, La II mostra degli Amatori dell’arte, “La Provincia di Brescia”, 17 settembre 1921. (Si veda “La Sentinella bresciana”, 22 settembre).

“Primato artistico”, Edizioni d’arte, 1922.

“Gruppo Amatori d’arte”, Brescia, maggio 1923. Catalogo.

G. BAGNI, La III mostra di pittura e scultura, “La Provincia di Brescia”, 13 maggio 1923.

“Il Popolo di Brescia”, maggio 1925, Mostra d’arte pura e applicata. (In due puntate).

“Il Popolo di Brescia”, 24 aprile 1928, La mostra triennale d’arte bresciana.

N. F. V.(icari), Altre opere alla triennale d’arte, “Il Popolo di Brescia”, 31 maggio 1928.

N. F. V.(icari), Pittori e scultori bresciani a Milano, “Il Popolo di Brescia”, 24 novembre 1928. (Si veda s.f. in data: 16 novembre e 2 dicembre 1928).

V. M., Mostra d’arte sindacale lombarda, “Arte nostra”, Palermo, 1 gennaio 1930.

“Il Mostra d’arte del sindacato provinciale di B.A.”, Brescia, 1934, Catalogo.

P. FEROLDI, Seconda sindacale provinciale, “L’Arengo”, a. VIII, n. 1, gennaio 1935.

P. FEROLDI, Precisazioni. “Il Popolo di Brescia”, 2 dicembre 1936.

L. V.(ecchi), I pittori e la Valtrompia, “Il Popolo di Brescia”, 28 agosto 1937.

L. V.(ecchi), Tavolozza triumplina, “Il Popolo di Brescia”, 26 agosto 1938.

“Il Popolo di Brescia”, 30 agosto 1938, Il Premio Bovegno al pittore Firmo.

E. PASINI, Pittori alla VI sindacale delle arti, “L’Italia”, 16 maggio 1942.

L. VECCHI, “Brescia”, monografia III. per gli a. 1941-1942.

AEQUUS, Duecento opere di artisti bresciani, “Giornale di Brescia”, 24 ottobre 1945.

E. PASINI, Gli Indipendenti in Duomo vecchio, “L’Italia”, 16 novembre 1946.

L. FAVERO, Gli Indipendenti nelle sale del Mercato, “Il Popolo”, 19 aprile 1947. (Si veda “La Provincia”, 21 aprile 1947).

E. PASINI, Vernice agli Indipendenti, “Il Popolo”, 2 dicembre 1947.

AEQUUS, III mostra degli Indipendenti, “Giornale di Brescia”, 4 dicembre 1947.

“Giornale di Brescia”, 15 maggio 1949, All’Enal mostra degli Indipendenti.

E. PASINI, La mostra degli Indipendenti, “Il Popolo”, 22 maggio 1949.

“Giornale di Brescia”, 23 marzo 1950, 13 indipendenti alla Loggetta.

AEQUUS, Indipendenti alla Loggetta, “Giornale di Brescia”, 8 ottobre 1951.

A. MINGHETTI, “Galleria La Loggetta”, Brescia, maggio 1952.

L. FAVERO, Sette alla Loggetta, “L’Italia”, 17 maggio 1952.

VA., Sette in nome dell’arte, “Giornale di Brescia”, 18 maggio 1952.

“Giornale di Brescia” s.d. (1953), Firmo a Knokke.

A. RIZZI, A. Firmo alla Loggetta, “L’Italia”, 16 febbraio 1954.

(Si veda: “La Patria”, Milano, 20 febbraio 1954; “Il Gazzettino”, Bergamo, febbraio 1954; “Voci nostre”, 14 marzo 1954).

G. MUSSIO, Firmo espone a Milano, “L’Italia”, 1 marzo 1957. (Si veda s.f. 8 marzo).

R.DE GRADA, Arti figurative, Rubrica radiofonica, periodo mostra.

F. C.(alzavacca), Immagini di Ponte di Legno, “L’Italia”, 9 ottobre 1957. (Si veda la “Voce del popolo”, 12 ottobre 1957).

A. G., Cinque pittori a Brescia, “La Verità”, 13 ottobre 1957.

L. FAVERO, A. Firmo alla Loggetta, “L’Ora serena”, ottobre 1957.

L. FAVERO, Rassegna d’arte, “La Voce del popolo”, 16 ottobre 1957.

L. BULGARI, Itinerari di A. Firmo innamorato della natura, “Brescia fedele”, 29 marzo 1959.

E. C. S.(alvi), Mostre d’arte, “Giornale di Brescia”, 15 novembre 1960.

F. C.(alzavacca), I paesaggi di A. Firmo, “L’Italia”, 16 novembre 1960.

L. FAVERO, A. Firmo, “La Voce del popolo”, 19 novembre 1960.

“La Verità”, 20 novembre 1960, A. Firmo.

G. VALZELLI, I Profeti e la turba., “Bruttanome”, Vol. I (1962), pp. 84, 86.

“Brescia sport”, 16 aprile 1963, Pittori alla ribalta.

“L’Italia”, 19 aprile 1963, A. Firmo alla Loggetta.

JO COLLARCHO, Galleria d’arte, “Biesse”, a. III, n. 25, aprile 1963.

P., A. Firmo,”Il Cittadino”, 23 ottobre 1966.

T. G.(atti), Il pittore Firmo improvvisamente cieco, “Giornale di Brescia”, 26 nov. 1971.

E. C. S.(alvi), Mostre d’arte, “Giornale di Brescia”, 21 maggio 1972.

R. LONATI, Artisti di casa nostra, “Biesse”, a. Xll, n. 126, giugno 1972, con bibliografia.

“Galleria del Carro”, Brescia, 13 - 30 ottobre 1973.

A. RIZZI, “Galleria Bistro”, Brescia, 11 - 24 gennaio 1975.

E. C. S.(alvi), Mostre d’arte, “Giornale di Brescia”, 18 gennaio 1975.

L. SPIAZZI, Arte in città, “Bresciaoggi”, 18 gennaio 1975.

R. L.(onati), E’ morto A. G. Firmo, “Biesse”, a. XV, n. 156, marzo 1975. (Si vedano altri necrologi nei quotidiani e periodici cittadini).

AA. VV., “Galleria Bistro”, Brescia, 24 gennaio - 6 febbraio 1976, Mostra postuma di A.G. Firmo.

“Galleria S. Gaspare”, Brescia, Omaggio all’Otto-Novecento bresciano, Tip. Zemil, Brescia, dicembre 1978.

“Galleria del Carro”, Brescia, 13 - 25 ottobre 1979 (Con testo tratto da E. Cassa Salvi).

L. SPIAZZI, Un sereno ricordo, “Bresciaoggi”, 20 ottobre 1979.

A.M. COMANDUCCI, “Dizionario dei pittori italiani”, IV Ediz. 1972.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: