HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Di Prata Oscar. Brescia, 10 agosto 1910 - 5 gennaio 2006.

Ha studiato a Venezia presso l’Istituto d’arte, conseguendo il diploma di Magistero. Giovanissimo, fin dal 1928 prende parte a manifestazioni sindacali in città, riscuotendo segnalazioni di noti critici quali Pietro Feroldi. Espone altresì in collettive organizzate dalla ben nota Galleria di volto Paganora. Nel 1935 consegue il premio Magnocavallo dell’Ateneo civico, seguito da altro premio nel concorso delle tre città: Brescia, Verona, Trento. Intraprende al tempo stesso partecipazioni a rassegne nazionali quali la Quadriennale romana. Del 1936 è l’assegnazione del premio Gaetano Cresseri, a cui segue la nota di Carlo Carrà in “L’Ambrosiano” per una presenza in mostra milanese; seguono, la partecipazione alla sindacale lombarda, presenze varie in esposizioni bresciane e regionali.

Dal 1941 al 1945 è inviato dapprima in Africa settentrionale dove partecipa ad azioni di guerra, prigioniero poi, è inviato in campi di concentramento in India.

A conflitto concluso segue un periodo di riflessione. Suoi disegni rammemoranti i luoghi della guerra e della prigionia compaiono saltuariamente in giornali locali; solo nel 1947 suoi dipinti sono allineati nella “Bottega d’arte”, in Brescia.

Riprende alfine la assidua partecipazione a mostre: sia con gli Indipendenti, sia in Episcopio, sia fuori città, nel gruppo dei bresciani: a Milano, Novara, Bergamo, S. Remo, dove nel 1948 gli è assegnato il primo premio. Del 1949 è invece l’affermazione a Chiari. Alternate a queste presenze, sempre più fitte e importanti le mostre personali, la cui cronologia si può ricomporre attraverso l’allegata bibliografia.

Il premio Rovato (1952), le affermazioni alle Biennali d’arte sacra all’Angelicum di Milano, l’invito alle Esposizioni d’arte sacra a Roma sono l’avvio a partecipazioni a rassegne internazionali con selezionati gruppi di artisti italiani. In patria, altre affermazioni merita in occasione dei Premi: Brescia, La Spezia, Suzzara, Ardesio, Salò, Gardone R., Cagliari (1965). Care al pittore, la personale di Torino (1960), la presenza a Beyrut, l’affermazione al premio Giovanni Fattori (1965).

Viaggia sovente, partecipa a incontri culturali, dibattiti, mostre sia a New York che a Mosca. Espone alla “Galleria Tardy”, in Euschede (Olanda).

Oltre all’attività pittorica di cavalletto, Di Prata svolge notevole opera di affreschista: numerose le chiese bresciane e della provincia che recano le cromie del suo pennello e i riflessi delle vetrate da lui ideate.

Fra i tanti sacri edifici adornati si possono ricordare: la chiesa di S. Giorgio del villaggio Gnutti in Lumezzane (1955), la parrocchiale dedicata a S. Sebastiano, sempre a Lumezzane (1955), la chiesa di S. Maria della Vittoria, in città (1962), la chiesa di S. Giacinto al quartiere Lamarmora (1962), la chiesa di S. Maria Assunta a Rovato (1963), la parrocchiale dedicata a S. Elisabetta a Bagnolo (1970), la chiesa di S. Maria Immacolata (Pavoniana, 1971-72), la chiesa dell’Ospedale civile che, benedetta nel 1955, attende ora l’ultimo ornamento, sull’ingresso, già ideato dal pittore.

Ma quant’altre sarebbero da ricordare, come da citare il pannello decorativo per la Scuola elementare Rinaldini a memoria della Resistenza.

Accanto alla attività di docente svolta in scuole medie, prende corpo quella di pubblicista che lo vede collaboratore di numerose riviste e quotidiani locali.

Dapprima affine a l’opera di maestri del primo Novecento, ma con più vivaci accensioni, la pittura di Di Prata ha perso quel carattere intimo per aprirsi a visioni più vaste, “grandiose” che “sembrano ispirate ad argomenti biblici e cristiani”. Ma la realtà filtrata dal pittore assume via via diversi aspetti o emblemi: dalle scimmie al ricordo di Agadir, ecc., opere tutte in cui la tragicità dell’assunto o dell’evento ispiratore è trasposta in armonie tonali racchiudenti l’angoscia esistenziale.

Quanto detto non può che rappresentare una successione incompleta di episodi che il tempo si prodigherà a portare a compimento.

Quanto ora si evidenzia è che Di Prata “ha fatto sempre affiorare il nucleo morale dell’immagine, ora in un esempio di alta oratoria a raccontare come la storia naufraghi nel dramma personale, ora in una pratica di urgente composizione a salvare dalla rovina fatale del tempo figure sbocconcellate e frammenti di paesaggio. Le figure impresse nella materia come in una molle matrice figurata dalla luce… la forma sciolta drammaticamente fino a una concentrazione raggrumata mossa da un gestualismo conflittuale”.

Anche il complesso delle opere decorative impostato sulla medesima “matrice”, animato da profonda riflessione religiosa si è via via ampliato: per la sola città sono già state rilevate le tante chiese nelle quali l’artista ha innalzato i ponteggi. Ripercorrere quell’itinerario di fede equivale a porre Di Prata fra gli interpreti della grande decorazione bresciana tra Ottocento e Novecento. Decorazione interpretata non solo attraverso l’affresco, ma anche con l’ideazione di mosaici, vetrate policrome.

Per gli esiti della creatività di Di Prata v’è chi ha intrapreso un “processo di storicizzazione”, impresa ardua perché quanto prodotto dal pittore è frutto di inesausta applicazione, protratta per di più in un lungo tempo.

BIBLIOGRAFIA

N. F. V.(icari), Altre opere alla I Triennale d’arte, “Il Popolo di Brescia”, 31 maggio 1928.

Riv. “Brescia”, giugno 1932, p. 8, Una mostra di giovani pittori del sindacato.

“II Mostra d’arte del sindacato prov. di B. A.”, Brescia, 1934, p. 10.

G. R. CRIPPA, Il gruppo di artisti bresciani in via Paganora, “Il Popolo di Brescia”, 25 aprile 1934.

Riv. “Brescia”, a. IV, n. 7, luglio 1934, pp. 48, 49, III.

P. FEROLDI, Esame dei valori alla sindacale d’arte, “Il Popolo di Brescia”, 23 dic. 1934.

“Commentari dell’Ateneo”, Brescia, 1935, p. 62, Concorso Magnocavallo.

P. FEROLDI, Il sindacale provinciale, “Arengo”, a. VIII n. 1, 1935, p. 55, A p. 59: Opere premiate al Concorso Magnocavallo.

P. FEROLDI, Orientamenti, “Il Popolo di Brescia”, 26 novembre 1936.

“Giornale d’Italia”, Roma, 27 novembre 1936.

C. CARRA, Arte, “L’Ambrosiano”, 24 dicembre 1936.

P. FEROLDI, “ll Popolo di Brescia”, 1 dicembre 1937.

P. FEROLDI, La IV mostra sindacale d’arte, “Il Popolo di Brescia”, 15 febbraio 1938.

“Il Popolo di Brescia”, 29 maggio 1938, Fanciulla nel chiostro, III.

“Il Popolo di Brescia”, 10 maggio 1939, Piero, III.

E. PETRINI, Panorama, “L’Italia”, 16 gennaio 1940.

P. FEROLDI, Orientamenti e indicazioni alla V sindacale, “Il Popolo di Brescia”, 1 maggio 1940.

“L’Italia”, 17 maggio 1940, Angolo mistico, ill.

“L’Italia”, 19 maggio 1940, Paese, ill.

“Il Popolo di Brescia”, 26 maggio 1940, Ritratti (2), ill.

“Il Popolo di Brescia”, 8 novembre 1940, Testa di fanciullo, ill.

“Il Popolo di Brescia”, 14 novembre 1940, Testa di vecchia, ill.

E. PASINI, VI sindacale delle arti, “L’Italia”, 16 maggio 1942.

E. A., Mostre personali, “L’Osservatore”, 20 marzo 1946.

TRE, Cronache d’arte, “L’Unità”, 22 marzo 1946.

“Giornale di Brescia”, 4 e 9 giugno 1946, ill.

“Il Giornale dell’arte”, 1 luglio 1946, Il legato Zuccarelli.

“Giornale di Brescia”, 20 ottobre 1946, ill.

AEQUUS, Pittori e scultori a convegno in via Gramsci, “Giornale di Brescia”, 24 ott. 1946.

“Scuola e vita”, a. II, n. 3, gennaio 1947, Autoritratto e ill. varie.

A.G. FRONZONI, O. Di Prata alla Bottega d’arte, “Notizie”, a. II, n. 5, maggio 1947.

“Purita”, a. I, n. 2, luglio 1946, Composizione n. 9, ill.

E. PASINI, Vernice agli Indipendenti, “Il Popolo”, dicembre 1947.

“L’Araldo delle arti”, dicembre 1947, Gli artisti Indipendenti a Brescia.

C. BOSELLI, Mostra in Episcopio, “Adamo”, 20 gennaio 1948.

A. BAROLINI, Il gatto nero porta fortuna, “Brescia - Lunedi”, 31 gennaio 1948.

“Eco della Riviera”, 16 febbraio 1948, p. 2, Assegnati i premi S. Remo.

“IV Mostra d’arte sacra e per la casa”, Brescia, aprile - maggio 1948, Catalogo.

A. BONFADINI, Profana mostra d’arte, “Brescia - Notizie”, 1 maggio 1948.

“Giornale di Brescia”, 9 giugno 1948, La pagoda indiana, ill.

“Scuola e vita”, a. IV, no. 1-2, novembre-dicembre 1948, La Biennale d’arte sacra a Novara.

Fab., Le dieci interpretazioni della mostra in Episcopio, “Il Popolo”, 2 gennaio 1949.

“Giornale di Brescia”, 14 dicembre 1949, Mostra d’arte.

“Il Popolo”, 16 dicembre 1949, Mostra all’Artistica di via Gramsci.

“Giornale di Brescia”, 25 dicembre 1949, Piccola Galleria.

“La Prealpina”, 1 gennaio 1950, Pastori all’alba, ill.

“Giornale di Brescia”, 2 settembre 1950, Piccola Galleria.

U. GALETTI - E. CAMESASCA, “Enciclopedia della Pittura italiana”, Garzanti Ed., Milano 1950. (cfr.).

“Giornale di Brescia”, 7 aprile 1951, Di Prata e Ragni voci di una Enciclopedia.

“Scuola e vita”, n. II, 20 marzo 1951, Crocifissione, 114.

“Giornale di Brescia”, 10 giugno 1951, Di Prata espone alla A.A.B.

T. GATTI, Dateci pareti squallide, “L’Italia”, 16 novembre 1951.

“Giornale di Brescia”, 24 novembre 1951, Notturna asta alla A.A.B.

P. FEROLDI, “Galleria A.A.B.”, Brescia, 8-20 maggio 1952.

VA., Oscar Di Prata a Place Pigal, “Giornale di Brescia”, 16 maggio 1952.

“Giornale di Brescia”, 1 giugno 1952. Di Prata e Dolci al Maggio di Bari.

“Premio di pittura Brescia - 1952”, 27 settembre - 15 ottobre 1952, Catalogo.

“Giornale di Brescia”, 22 settembre 1952, Un milanese e quattro bresciani dividono il premio dell’E.P.T.

VA., Seguendo la cometa al Premio Brescia, “Giornale di Brescia”, 5 ottobre 1952.

“Giornale di Brescia”, 1 novembre 1952, Un affresco per la cappella Palazzoli, ill.

“Voci nostre”, 23 novembre 1952, ill.

“Terra nostra”, n. 1 novembre 1952, p. 26, Interpretazione di una pittura.

VA., Palchetto degli artisti, “Giornale di Brescia”, 11 marzo 1953.

“Giornale di Brescia”, 16 settembre 1953, I Bresciani alla mostra del V Premio Golfo di La Spezia.

“Premio di Pittura Brescia - 1953”, settembre 1953. Catalogo.

“Giornale di Brescia”, 19 settembre 1953, A cinque concittadini e a due forestieri il Premio Brescia.

P. FEROLDI, Olimpica indifferenza a Valdagno, “Giornale di Brescia”, 29 settembre 1953.

“Giornale di Brescia”, 27 ottobre 1953, Madonna del disperso. (Per la chiesa di S. Clemente).

VA. Palchetto degli artisti: I moderni alla A.A.B., “Giornale di Brescia”, s.d. (novembre-dicembre 1953).

B. R., Un’opera d’arte per la chiesa di Manerbio, “Giornale di Brescia”, 3 gennaio 1954.

G. V., Palchetto degli artisti, “Giornale di Brescia”, 9 marzo 1954.

“VI Premio Golfo di La Spezia”, luglio-settembre 1954, Catalogo.

O. DI PRATA, Un tempio nuovo a S. Sebastiano, “Giornale di Brescia”, 5 marzo 1955.

M. SEGNALI PRANDELLI, Nuovi Santi per le pareti di S. Giorgio a Lumezzane, “La Voce del popolo”, 19 marzo 1955.

“La Resistenza”, 25 aprile 1955, La vendetta del Ribelle, ill.

“Giornale di Brescia”, 31 luglio 1955, La Via Crucis, III.

“Giornale di Brescia”, 3 ottobre 1955, I vincitori del Premio Ardesio.

“La Voce del popolo”, 8 ottobre 1955, A O. Di Prata il Premio Ardesio.

F. CALZAVACCA, Il pennello di O. Di Prata al villaggio Gnutti, “L’Italia”, 17 marzo 1956.

“Giornale di Brescia”, 24 agosto 1956, La ottava rassegna Orceana.

V. FAGGI, Al Premio Orzinuovi, “Giornale di Brescia”, 31 agosto 1956.

G. VALZELLI, Il capitolo nuovo nella storia d’arte sacra bresciana, “Giornale di Brescia”, 9 settembre 1956. (Si veda s. f. del 10, per il matrimonio di O. Di Prata).

“Giornale di Brescia”, 21 ottobre 1956, Se ne parla non solo a Lumezzane.

L. GHELFI, Oscar di Prata, “L’Ora serena”, ottobre 1956.

“Galleria Delfino”, Rovereto, 8-18 dicembre 1956.

“Giornale di Brescia”, 19 dicembre 1956, Rubrica artistica, con ill.

A. ORENGO, Il Premio Orzinuovi, “Notiziario della Fiera orceana”, Orzinuovi, 1956.

R. T., Pittori bresciani al Ridotto del teatro di Parma, “Giornale di Brescia”, 1 marzo 1957. (Si veda: “Giornale di Brescia”, 23 febbraio 1957).

E. ZA., O. Di Prata si afferma, “L’Italia”, 8 marzo 1957.

R., L’artistica chiesa di Lumezzane, “Giornale di Brescia”, 16 marzo 1957.

AA. VV., Pagina dedicata alla chiesa di Lumezzane, “La Voce del popolo”, 16 marzo 1957.

D. TAMAGNINI, L’opera grandiosa di Lumezzane, “Giornale di Brescia”, 20 marzo 1957.

“Giornale di Brescia”, 1 settembre 1957, Premio Orzinuovi.

“Giornale di Brescia”, 19 settembre 1957, A O. Di Prata il Premio Suzzara.

G. V., L’arte della vetrata a Brescia, “Giornale di Brescia”, 2 ottobre 1957.

E. C. S.(alvi), Aperta a Milano la XX Biennale della Permanente, “Giornale di Brescia”, 17 novembre 1957.

“Tutto Brescia”, 28 marzo 1958, Diciotto pittori, diciotto ritratti.

E. C. S.(alvi), Pittura bresciana oggi, “Giornale di Brescia”, 3 giugno 1958.

E. CASSA SALVI, C. Corsi e gli altri, “Giornale di Brescia”, 29 agosto 1958.

M. MONTEVERDI, È di buona qualità anche, “Corriere lombardo”, 23 - 24 aprile 1959.

“Giornale di Brescia”, 25 aprile 1959, ill.

“L’Italia”, 21 maggio 1959, Vetrate di O. Di Prata, ill.

“Giornale di Brescia”, 22 maggio 1959, Angolo di piazza Duomo.

E. C. S.(alvi), La messa degli artisti, “Giornale di Brescia”, 5 giugno 1959.

F. C.(alzavacca), Al palazzolo vescovile, “L’Italia”, 7 giugno 1959.

G. VALZELLI, Pittori bresciani a Breno, “Giornale di Brescia”, 20 agosto 1959.

E. SALVI, Il V premio Bergamo… “Giornale di Brescia”, 22 agosto 1959.

G. PANAZZA, “La Pinacoteca Tosio Martinengo”, Ed. Alfieri e Lacroix, Milano, 1959.

R. APICELLA, Pittura bresciana del dopoguerra, “Brescia e provincia”, Monogr. ill. per gli aa. 1958-1959, pp. 88, 89.

E. CASSA SALVI, “Galleria La Bussola”, Torino, 17-29 maggio 1960.

E. C. S.(alvi), Pittura italiana oggi, “Giornale di Brescia”, 7 giugno 1960.

“Giornale di Brescia”, 14 settembre 1960, Affresco nella parrocchiale di Zanano, ill.

M. MONTEVERDI, Appuntamento con un puledro, “Corriere lombardo”, 20 sett. 1960.

E. C. S.(alvi), Le Mostre, “Giornale di Brescia”, 9 novembre 1960.

“Giornale di Brescia”, 13 novembre 1960, S. Giorgio, ill.

G.M., All’Angelicum la Biennale d’arte sacra, “In Famiglia”, a. XXXVII, maggio 1961, p. 9.

M. PORTALUPI, Religiosi pensieri nelle sale dell’Angelicum, “In Famiglia”, a. XXXVII, giugno 1961, p. 5.

R. BRESCIANI, Il pittore del mese, “Biesse”, a. 1, n. 8, settembre 1961.

ELLE, Personale di Di Prata alla Torre di Bergamo, “L’Italia”, 6 ottobre 1961.

U. R., Note d’arte, O. Di Prata alla Galleria della Torre, “L’Eco di Bergamo”, 10 ott. 1961.

R. BERTACCHINI, Sette pittori contemporanei a Capri, “Il Resto del Carlino”, 1 nov. 1961.

DIOCESI DI BRESCIA, “Chiese costruite negli anni 1934-1961”, Tip. S. Eustacchio, Brescia, 1961.

Riv. “Brescia”, a. XII, n. 39, marzo-aprile 1962, Le vetrate di S. Giacinto.

E. C. S.(alvi), Mostre d’arte, “Giornale di Brescia”, 22 maggio 1962.

ELLE, I problemi dell’uomo contemporaneo, “L’Italia”, 23 maggio 1962.

L. FAVERO, Mostre d’arte, “La Voce del popolo”, 26 maggio 1962.

“Galleria Picelli”, Brescia, 30 maggio - 11 giugno 1962.

C. V.(alzelli), Il Garda come una bella donna, “Giornale di Brescia”, 1 giugno 1962.

“Galleria A.A.B.”, Brescia, 13-25 ottobre 1962.

E. C. S.(alvi), Mostre d’arte, “Giornale di Brescia”, 20 ottobre 1962.

JO COLLARCHO, Galleria d’arte, “Biesse”, a. II, n. 19, ottobre 1962.

G. VALZELLI, I Profeti e la turba.. “Bruttanome”, Vol. I (1962).

A.M. COMANDUCCI, “Dizionario dei pittori.. italiani”, a. 1962 e segg.

G. T., I bresciani dell’U.C.A.I. a Milano, “La Voce del popolo”, 16 marzo 1963.

“III Interregionale di Cremona”, Cremona, 1963, Catalogo.

“Nel XXV di parrocchiato di Mons. L. Zenucchini, 1938-1963”, Rovato, giugno 1963, con ill. in copertina.

E. C. S.(alvi), Collettiva alla Piccola galleria, “Giornale di Brescia”, 11 ottobre 1963.

JO COLLARCHO, Galleria d’arte, “Biesse”, a. III, n. 31, novembre 1963, p. 16.

J. A., Message d’Italie, “Le Soir”, 4 dicembre 1963.

“Le Soir”, 13 dicembre 1963, Vernissage.

N. K., Six artits italiens à la galerie Alecco Saab, “l’Orient”, 14 dicembre 1963.

“La Voce del popolo”, 14 dicembre 1963, O. Di Prata a Beirut.

“L’Italia”, 14 dicembre 1963, O. Di Prata a Beirut.

JO COLLARCHO, Galleria d’arte “Biesse”, a. III, n. 32, dicembre 1963. p. 118.

G.F. MAIORANA, “Momento artistico bresciano”, Stampa Apollonio, Brescia, 1963.

“Storia di Brescia”, Vol. IV.

“Artisti italiani del Novecento”, La Ginestra Editrice.

G. T., “Piccola galleria U.C.A.I.”, Brescia 25 aprile - 8 maggio 1964.

E. C. S.(alvi), Mostre - d’arte, “Giornate di Brescia”, 1 maggio 1964.

G. T., Successo di O. Di Prata alla Piccola galleria, “La Voce del popolo”, 2 maggio 1964.

G. V., Arte, “Il Cittadino”, 3 maggio 1964.

G. T.(onna), O. Di Prata, “L’Eco di Brescia”, 8 maggio 1964.

G. V., Inizia la fiera di Montichiari, “Giornale di Brescia”, 8 maggio 1964.

“La Voce del popolo”, 16 maggio 1964, ill.

JO COLLARCHO, Notiziario, “Biesse”, a. IV, n. 37, maggio 1964.

A. MAZZA, Galleria degli artisti bresciani, “La Voce del popolo”, 6 giugno 1964.

G. VALZELLI, I Pittori bresciani sul Garda, “Giornale di Brescia”, 5 luglio 1964.

JO COLLARCHO, Galleria d’arte, “Biesse”, a. IV, n.39, luglio 1964, p. 21.

V. BUONASSISI, Anche Brescia vuole due facoltà universitarie…, Il “Corriere della Sera”, 4 agosto 1964.

M.R. MAZZUCCATO, Gli angeli alla Piccola, “La Voce del popolo”, 10 ottobre 1964.

E. C. S.(alvi), Collettiva alla Piccola galleria, “Giornale di Brescia”, 11 ottobre 1964.

G. VALZELLI, Nella mostra della caccia alla A.A.B., “Il Cittadino”, 11 ottobre 1964.

“IV Interregionale d’arte della Valle del Po”, Cremona, 1964.

“Il Garda”, 20 aprile 1965, Cristo deposto, ill.

“Giornale di Brescia”, 30 luglio 1965, Premiato un bozzetto di O. Di Prata.

G. V., Gli affreschi di O. Di Prata dal 1959 ad oggi”, Giornale di Brescia”, 28 agosto 1965.

G. POLONI, Cinque bresciani espongono le loro tele, “Giornale di Brescia”, 17 sett. 1965.

E. C. S.(alvi), La prima mostra d’arte liturgica, “Giornale di Brescia”, 20 ottobre 1965.

“III Premio di pittura Cinisello Balsamo”, Cinisello Balsamo, 1965, Catalogo, p. 62.

“Giornale di Brescia”, s.d. (1965), Di Prata premio Cagliari.

“En plein air”, a. I, suppl. al n. 6 giugno 1966 ill. (Opera premiata al concorso G. Fattori).

“Giornale di Brescia”, 5 giugno 1966, Di Prata premio Fattori.

“Giornale di Brescia”, 16 dicembre 1966, Vinto da Di Prata il concorso del Castelli.

“Giornale di Brescia”, 7 aprile 1967, Bisinella e Di Prata a Genova e a Milano.

A. RAPETTI, Salò tra presente e passato, “Giornale di Brescia”, 22 dicembre 1967.

R. DE GRADA, “Galleria S. Michele”, Brescia, 8-20 febbraio 1969.

E. C. S.(alvi), Mostre d’arte, 15 febbraio 1969.

“Giornale di Brescia”, 17 giugno 1970, A Bagnato, nella parrocchiale un nuovo affresco.

M. REFOLO, “Racconti”, Tipolitografia Squassina, Brescia, 1970.

G. POLONI, “Arte bresciana 70”, Centro studi Sardini, 1970.

“La Voce dell’automobilista”, a. XXII, n. 5, novembre-dicembre 1972, Due bresciani al Premio Suzzara.

R. DE GRADA, “Di Prata”, Ed., Il Globo, Bologna, 1974, Monografia illustrata.

“Bresciaoggi”, 1 febbraio 1975, Dodici pittori per un lunario.

“La Voce dell’automobilista”, A. XXV, n. 7-8, dicembre 1975, Pietà per l’uomo.

a. ma., Didascalia, “Giornale di Brescia”, 10 marzo 1977.

“Giornale di Brescia”, 13 settembre 1977, Omaggio alla Resistenza.

“Bresciaoggi”, 13 settembre 1977, Le opere premiate alla mostra sulla Resistenza.

“Giornale di Brescia”, 17 settembre 1977, Il ministro Pedini ha inaugurato la mostra (sulla Resistenza).

G. MASCHERPA, Impegno in tema di Resistenza, “Avvenire”, 23 settembre 1977.

L. SPIAZZI, Omaggio a Di Prata, “Bresciaoggi”, 4 febbraio 1978.

“Giornale di Brescia”, 11 settembre 1978, Omaggio al lavoro.

“Galleria Ferrari”, Brescia, 6-29 ottobre 1979.

L. SPIAZZI, Arte in città, “Bresciaoggi”, 13 ottobre 1979.

E. C. S.(alvi), Mostre d’arte, “Giornale di Brescia”, 18 ottobre 1979.

“Giornale di Brescia”, 30 dicembre 1979, Nella scuola di Bornato una panoramica d’arte.

“Arte bresciana oggi”, Sardini Ed. Bornato.

O. ZAGLIO (a cura di), “Collettiva ‘81”, Brescia, Galleria Vittoria, 10 gennaio 1981.

O. ZAGLIO (a cura di), “Collettiva”, Brescia, Galleria La Pallata, 12 settembre 1981.

O. ZAGLIO (a cura di), “Invito al collezionismo”, Brescia, Galleria La Pallata, 14 nov. 1981.

L. SPIAZZI, G. STELLA, “Oscar Di Prata”, Palazzolo, Galleria La Roggia, 12-29 aprile 1982.

B. PASSAMANI, “Oscar Di Prata”, Brescia, Galleria AAB, 1983.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

A. CHIAPPANI (a cura di), “Automobile arte - linea estetica”, Brescia, Succursale FIAT, 18-28 ottobre 1986.

COMUNE DI BRESCIA, “Gli artisti, il religioso, il sacro”, Brescia, Palazzo ex Monte di Pietà, 26 febbraio - 5 marzo 1987.

L. SPIAZZI, G. STELLA, “Oscar Di Prata”, Salò, Galleria La Colonna, 11 - 24 aprile 1987.

AA. VV., Oscar Di Prata, la pittura della concordia, “STILE Arte” n. 18, agosto 1988.

“Omaggio a Maria. Quindici artisti nell’anno mariano”, Cerezzate di Ome, Santuario di S. Maria dell’Avello, 2 - 15 settembre 1988.

COMUNE DI MANERBIO, “Opere di Oscar Di Prata e Massimo Zuppelli”, Manerbio, 7-22 ottobre 1989.

S. MENGHINI, A. ZAINA, “Se Cristo tornasse: quaranta artisti rivisitano il Natale”, Brescia, Istituto d’Arte Caravaggio, dicembre 1990.

A. POSSENTI, “L’arte lombarda a Sirmione: quattro pittori nella città di Catullo”, Sirmione, aprile 1991.

CEREZZATA DI OME, Santuario Madonna dell’Avello, “Il sacro di Oscar Di Prata”, 6-8 settembre 1991.

V. TERRAROLI, “La grande decorazione a Brescia tra Ottocento e Novecento”, Brescia, 1991.

G. POLONI, “La pittura di Oscar Di Prata”, Travagliato, Lumini, 1993.

P.V. BEGNI REDONA, “La Via Crucis in grafica”, Noboli di Sarezzo, chiesa di S. Bernardino, 1993.

R. LONATI, “Catalogo illustrato delle chiese di Brescia aperte al culto, profanate e scomparse”, Brescia, 1994.

GRUPPO PITTORI EMILIO MASINI, “Maestri bresciani contemporanei”, Cazzago San Martino, Villa Secco d’Aragona, 1 - 10 settembre 1995.

“Dedicato a Matteo Pedrali: poesie di Matteo Pedrali illustrate dai pittori”, Palazzolo, Galleria La Roggia, 25 settembre - 29 ottobre 1995.

F. CRISTOFOLINI, Il cielo sopra Di Prata, “STILE Arte” n. 1, febbraio 1996.

P.V. BEGNI REDONA, “Opere raccolte da Vittorio Montini nella casa di Concesio”, Brescia, 1998.

T. ZANA, Il cielo sopra la tela, “STILE Arte” n. 25, febbraio 1999.

“Oscar Di Prata, lo sguardo sulla realtà”, Brescia, Galleria Artcapital, 6 novembre - 11 dicembre 1999. (Cfr. “STILE Arte” n. 33, novembre 1999).

T. ZANA, A. CHIAPPANI, “Oscar Di Prata, sacro e profano”, Brescia, Città antiquaria, 21 ottobre - 31 dicembre 2000.

A. MAZZA, La scrittura di Oscar Di Prata. Nel novantesimo del pittore bresciano, “Commentari dell’Ateneo”, a. 2001.

G. QUARESMINI, Oscar Di Prata rievoca la battaglia di Maclodio, “STILE Arte”, n. 57, aprile 2002.

Oscar Di Prata, la vita e l’opera, “STILE Arte”, n. 76, marzo 2004.

Oscar Di Prata, le opere dal 1925 al 1940, “STIILE Arte”, n. 77, aprile 2004.

Oscar Di Prata, le opere dal 1941 al 1945, “STILE Arte”, n. 78, maggio 2004.

Oscar Di Prata, le battaglie e il potere, “STILE Arte”, n. 79, giugno 2004.

G. QUARESMINI, Dipingendo il mistero della Croce ha ritrovato il gusto della vita, “La Voce del popolo”, 25 luglio 2004.

F. BERNARDELLI CURUZ, Oscar Di Prata, “STILE Arte”, n. 82, ottobre 2004.

F. BERNARDELLI CURUZ, Oscar Di Prata, “STILE Arte”, n. 83, novembre 2004.

G. QUARESMINI, Oscar Di Prata, gli affreschi e i dipinti più recenti, “STILE Arte”, n. 83, novembre 2004.

G. QUARESMINI, I mosaici di Oscar Di Prata, un tesoro da scoprire, “La Voce del popolo”, 31 dicembre 2004.

G. QUARESMINI, Di Prata, i mosaici, “STILE Arte”, n. 87, aprile 2005.

T. ZANA, F. LORENZI, Oscar Di Prata, arte e vita tra spirito e deserto, “Giornale di Brescia”, 6 gennaio 2006. (Necrologie).

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: