HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Della Rovere GIOVANNI BATTISTA. 1561 - 1627.

Fratelli, detti i FIAMMINGHINI. Trattandosi di pittori non bresciani, anche se operosi nel Bresciano, per le notizie e le opere si rimanda alla “Storia di Brescia”, Vol. III.

A rinverdire fra noi l’interesse per l’opera dei Fiamminghini ha contribuito la recente pubblicazione del volume di d. Giuseppe Fusari “La decorazione della Parrocchiale di Bienno 1621-1646: un percorso figurativo tra Manierismo e Controriforma”, la cui rappresentazione ha coinvolto Daniele Montanari dell’Università Cattolica e P.V. Begni Redona, direttore del Museo Diocesano. Attivi al tempo di S. Carlo Borromeo e S. Angela Merici, nei fermenti di allora è individuata l’origine della spiritualità che informa l’attività manierista dei Della Rovere e loro collaboratori, dei quali permane traccia anche nella Parrocchiale di Chiari.

BIBLIOGRAFIA.

Si vedano inoltre: L. CASTO, Sono del Fiamminghino gli affreschi di Bienno, “Giornale di Brescia”, 5 dicembre, s.a.

R. ALBANESE, Alla scoperta del Fiamminghino, “Giornale di Brescia”, 14 aprile 1972.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

M. MORANDINI, Bienno, gli affreschi che parlano, “Giornale di Brescia”, 5 febbraio 2006.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: