HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Del Cairo Ferdinando. Casale Monferrato, 1666-1741.

Particolarmente attivo a Brescia, a volte in collaborazione con pittori emiliani. Infatti, alla impegnativa decorazione della volta nella chiesa di S. Antonio (oggi perduta) che l’Averoldi indicava imminente nel 1700, lavoro con il bolognese Giacinto Garofolino in quadrature del reggiano Domenico Mattia Benedetti. Nella cupola della chiesa del Buon Pastore o della Carità, dipinse raffigurazioni allegoriche delle Virtù, tra fregi e ornati dipinti da Carlo Molinari. Sono questi gli unici affreschi salvati. In essi appare, come scrisse il Maccarinelli, “la più bella grazia e dolcezza”...

Fu maestro a Giuseppe Scalvini e a Enrico Albricci.

Non conoscendosi altre opere fuori Brescia, ed avendo operato a lungo in città, è considerato bresciano, anche per l’influsso ch’ebbe fra gli artisti nostri. Altre sue opere si ricordano in S. Domenico, chiesa distrutta, per la quale aveva realizzato una tela raffigurante S. Pio V proteso al Crocifisso, di ubicazione ignota; nella chiesa di S. Giuseppe le SS. Caterina da Bologna e Margherita da Cortona; in S. Giulia Gesù Crocifisso, perduto; in SS. Pietro e Marcellino S. Felice da Cantalice, perduto; S. Maria delle Grazie, Morte di S. Giuseppe, perduto; S. Girolamo, e a fresco, nella volta dell’altar maggiore, entro architetture del Molinari, un Padre Eterno, perduto; in S. Brigida, l’Immacolata Concezione, perduta. Vi sono poi quattro figure femminili custodite nella Pinacoteca Tosio Martinengo che però non gli sono attribuite con certezza.

BIBLIOGRAFIA.

Si tralascia, trattandosi di pittore non bresciano. Si rimanda solo ai citati:

G. A. AVEROLDI, “Le scelte pitture di Brescia”, 1700.

MACCARINELLI-BOSELLI, “Le glorie di Brescia”, Ed. 1959.

“Storia di Brescia”, Vol. III.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

R. LONATI, “Catalogo illustrato delle chiese di Brescia aperte al culto, profanate e scomparse”, Brescia, 1994.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: