HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Cozzaglio Piero. Brescia, 26 agosto 1935 - 18 ottobre 1991.

Giovanissimo, intorno al 1948, frequenta la scuola di Emilio Pasini. Studia quindi nella scuola tecnica “Moretto” di via S. Chiara e dal disegno meccanico può derivare l’accuratezza esecutiva delle tavole oggetto del suo lavoro.

La passione per gli animali, il cavallo in particolare, gli ha aperto la via della illustrazione scientifica esercitata dapprima presso la Scuola editrice di Brescia. Negli anni Cinquanta passa alla Editrice Fabbri per la quale collabora a numerose iniziative editoriali, anche nel campo delle letture per giovani. È quindi assunto dalla Mondadori presso la quale ancor oggi lavora.

Più noto all’estero che in Brescia, ha all’attivo numerosissime tavole di vari argomenti scientifici e naturalistici, riprodotte in libri tradotti in varie lingue d’Europa e d’America. Si possono qui ricordare il suo primo lavoro per “Ventimila leghe sotto i mari” di G. Verga, illustrato per l’edizione della Scuola editrice (1955) e, fra i più recenti, “I cani del mondo”, Ed. Mondadori, 1973; “Animali che scompaiono”, Ed. Mondadori, 1975; “Il Grande libro della Bibbia”, Ed. Mondadori, 1980.

Assorbito com’è dal lavoro di illustratore, mai ha allestito mostre personali o partecipato a collettive, pur coltivando la passione per la pittura tradizionalmente intesa e creando opere a olio, tempera o a inchiostro.

Particolarmente luminosi i suoi scorci di campagna, in cui il cielo di effusa chiarità sfiora e ravviva rustici, alberi resi con verismo e riflettenti intima emozione tradotta con semplicità.

BIBLIOGRAFIA

I numerosi scritti in cui appare il suo nome sono legati alla attività editoriale.

Si veda: V. BRUNONI, P. Cozzaglio pittore naturalista, “Giornale di Brescia”, 5 novembre 1968.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: