HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Cignaroli Giambettino. Verona, 4 luglio 1706 - 1 dicembre 1770.

Si dedicò alla pittura dopo aver seguito i corsi di umanità, trasferendo nelle sue opere la cultura acquisita.

Ebbe larga fama lavorando a Venezia, dove ebbe modo di operare a fianco del Tiepolo, ed a Venezia quasi sempre risiedette facendo anche scuola ed allevando all’arte il fratellastro Giandomenico, il fratello Giuseppe, noto col nome di Felice.

La sua pittura leziosa e barocca incontrò tuttavia largo consenso. I suoi dipinti restano in numerose chiese di Brescia e provincia, ricordate nella “Storia di Brescia”.

La rassegna “Brescia pittorica 1700-1760: l’immagine del sacro”, ordinata in Duomo Vecchio nel 1981, è stata occasione per rivisitare l’opera dell’artista veronese, tratteggiarne adeguato profilo biografico e aggiornare la bibliografia, confermante le fonti bresciane.

Tre le opere in mostra: “S. Girolamo Emiliani presenta gli orfanelli alla Trinità”, appartenuta dapprima alla chiesa di S.L Girolamo Emiliani, oggi nella chiesa di S. Carlo alla Casa di Dio; “Il martirio di S. Lorenzo” prodotto per l’omonima chiesa; “La Gloria dei SS. Cosma e Damiano” adornante l’altar maggiore del sacro edificio di via Cairoli ai due Santi dedicato.

FELICE. 1726-1796
GIANDOMENICO. 1722-1793

BIBLIOGRAFIA

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli editore 1984.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: