HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

CATTANEO UGO. Brescia, 10 luglio 1907 - ?

Negli anni giovanili pugile affermato ben oltre i confini locali, insegnante nella disciplina in cui è stato campione, Ugo Cattaneo è pittore e uomo da meglio conoscere.

Autodidatta, ha intrapreso a dipingere nel 1957 realizzando forse sogni che l’avevano condotto a farsi amico di noti artefici: da Martino Dolci a Vittorio Botticini, da Antonio Stagnoli a Cavellini, Rodini e a “rivestire le pareti” di casa di tele di pittori, fra i maggiori bresciani.

E numerosissimi anche i dipinti realizzati da Ugo Cattaneo, attestanti una applicazione puntiglioso, appassionata.

Rare sono le sue apparizioni in mostre, ma sue opere sono ormai numerose in abitazioni, nelle sedi di Associazioni, anche di località lontane; vale ricordare che accanto a Martino Dolci ha realizzato una Madonna custodita dai frati del convento in Castello.

Prevalentemente paesaggista, le sue opere sono rivolte ad aspetti della vecchia Brescia, volte dominata dal Castello; alle stagioni tepide e ricche di accostamenti delle vicine valli ricomposte con delicati colori, ai fiori e alle frutta del “ronco”, ove spesso soggiorna e dominante vasta parte della città. Nella cospicua produzione, oli, chine, guazzi è possibile ravvisare eco da alcuni amici pittori, sia per la stesura, a volte tenuamente condotta, a volte corposa e accesa, sia per l’impianto.

Partita da stilizzazione non priva di rigidità, s’è via via sciolta, nel disegno, nella chiarità del colore. Negli esiti migliori la campitura riassuntiva, spesso monocrome, riesce a dare efficace racconto: come in alcuni vicoli dei dintorni di S. Agata, in alcuni prati alberati in cui occhieggiano candide pareti di case; funghi dalla notevole plasticità e gioiosità, e vasi di fiori in cui il ritmo del chiaro-scuro di estrema eleganza formale è pari alla convincente resa compositiva.

Pittore da meglio conoscere, dunque, Ugo Cattaneo, la cui modestia, il cui riserbo hanno fino ad oggi velato il frutto di vent’anni e più di amorevole lavoro.

BIBLIOGRAFIA

B. MARINI, U. Cattaneo, “Biesse”, a. 11, n. 21, dicembre 1962.

“Giornale di Brescia”, 16 agosto 1962, Madonna, III.

“Giornale di Brescia”, 7 settembre 1962, Mostre d’arte.

“Giornale di Brescia”, 23 aprile 1965, Mostre d’arte.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: