HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Campini Luigi. Montichiari, 14 agosto 1816 - Brescia, 14 luglio 1890.

Appartenne alla scuola romantica capeggiata dall’Hayez e dal Bertini, ma non dimenticò il neoclassicismo.

Allievo di G. Rottini, si segnalò come decoratore figurista. Si dedicò con passione all’insegnamento nella scuola e presso privati. Alla Scuola Moretto insegnò figura (1866) e ebbe allievi Francesco Filippini, Achille Glisenti, Arnaldo Soldini ecc.

Gaetano Panazza lo definisce “tipico rappresentante della fredda accurata pittura intinta di accademismo propria dei suoi tempi”. Ciò sebbene sia stato lodato dai suoi contemporanei per la somiglianza al vero, le belle composizioni, la piacevolezza del colorito, la perfezione dei panneggi.

Socio dell’Ateneo civico nel 1860, fu anche membro della Commissione provinciale per i monumenti (1867).

Fu anche affreschista e di lui si possono ricordare le decorazioni nel soffitto del teatro Grande, in palazzo Bargnani, nella cappella dedicata a S. Angela nella chiesa di S. Francesco, nelle chiese di S. Luca e delle Ancelle della carità in Brescia; altre ancora sono ricordate a Casto, Milano, Montichiari, Palazzolo e Manerbio.

Un esteso elenco di opere, anche ad acquarello, riporta A. Fappani.

BIBLIOGRAFIA

“Dizionario biografico degli italiani”. Società grafica romana.

“Enciclopedia bresciana”, Ediz. La Voce del popolo. Ad Vocem e: Vol II, p. 9, alla Voce Caffe’.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

NOTA:

Può essere utile la bibliografia alla voce Campini Virgilio.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: