HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Campini Cesare. Montichiari, 15 settembre 1832 - Brescia, 18 giugno 1883.

Seguace dei canoni del tardo romanticismo, fu pittore e litografo di modesta levatura. Si distinse per l’accuratezza del disegno e rivelò decoro nei ritratti e nelle pale sacre. Opere: Botticino M., chiesa di S. Nicola da Tolentino: S. Nicola da Tolentino, S. Antonio Abate e S. Antonio da Padova. Brescia, Galleria d’arte moderna: Ritratto di Adelina Pozzi, Madonna col bambino, Affresco (strappato dal vecchio ospedale Civile); Museo del Risorgimento: Ritratto di Vittorio Emanuele II (1862); Lavone, parrocchiale, pala dell’altare maggiore (1875).

Un suo Autoritratto è presso la famiglia Cottinelli. Altri se ne trovano presso le famiglie Ferlinghetti, Pelizzari. Una sua litografia della Loggia è in F. ODORICI, “Storie bresciane”. Nel 1863 scrisse un opuscolo dal titolo “Osservazioni” in polemica sulla Esposizione di B. A. e mestieri curata dall’Ateneo e allestita in palazzo Bargnani.

BIBLIOGRAFIA

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

NOTA:

Si veda bibliografia alla voce Campini Virgilio.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: