HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Cailina o Caylina Paolo (Il Vecchio). Attivo fra 1450 e 1489.

Cognato di Vincenzo Foppa, è a Pavia nel 1458, ma per il fatto che il grande pittore è spesso lontano dalla città non ne è molto influenzato, almeno da principio. Anzi, sembra avere più degli altri della cerchia una personalità in grado di fondere elementi lombardi tardo gotici e nuove forme del protorinascimento veneziano che già si erano insinuate anche nel territorio bresciano.

Presente a Brescia nel 1451 per la stipula di atti con religiosi, nel 1458 è invece documentato a Pavia, per una diatriba che Foppa ha con il veneziano Nicolò dé Franceschi; dello stesso anno è l’opera firmata e datata nella chiesa di S. Albino a Mortara, conservata in Pinacoteca torinese. Riflettente l’arte degli Zavattari, di Moretti nonché, per i grigi perlacei dei visi, il Foppa, e contenente altresì echi padovani, toscani e veneti, collegabile ad altro dipinto, anteriore d’un decennio, dell’ambito del Cailina anche l’affresco con Madonna e bambino della cappella in S. Maria del Carmine. Per assimilazione, allo stesso ambito par possibile dare anche il poco che resta dell’affresco in S. Francesco e, ancor più, il trittico esistente nella chiesa di S. Nazaro.

Distrutta la sua opera maggiore eseguita nella loggetta dell’orologio sul lato di mattina della allora recente piazza del Comune, la personalità di Paolo il vecchio potrebbe trarre giovamento dalla sicura attribuzione di dipinti ancor oggi al vaglio critico. “Piccolo maestro”, nella luce del XV secolo, Paolo Cailina il vecchio ha tuttavia il merito di aver avvicinato l’arte veneta alla terra bresciana contribuendo alla evoluzione della pittura lombarda. Da deduzioni attinte in atti d’archivio, parrebbe che nel 1475 egli fosse già morto, o quantomeno lontano da Brescia. Si veda: Paolo da Brescia.

BIBLIOGRAFIA

Sta in: P.V. BEGNI REDONA (a cura di), “Paolo da Caylina il Giovane e la bottega dei Caylina nel panorama artistico bresciano fra Quattrocento e Cinquecento”, Comune di Villa Carcina, 2003.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: