HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

BRUSAFERRI CLOTILDE. Brescia, 1864 - 1938.

Allieva di Cesare Bortolotti, Clotilde Brusaferri Panciera di Zoppola appartiene a famiglia della nobiltà bresciana e per diletto è stata pittrice. Ma il suo impegno è stato costante e gli esiti risultano assai apprezzabili. Anche da Luigi Lombardi ebbe consigli tanto che in una lettera chiede all’anziano artista le modalità di preparazione delle tele.

Dagli anni Ottanta risulta essere “socio onorario” della Società dell’Arte in Famiglia con la quale espone varie volte: nel 1888 è presente alla mostra collettiva dell’Ateneo e dell’Arte in Famiglia a Palazzo Bargnani, nel centenario del Moretto. Aveva esposto tre composizioni floreali, esemplari della prediletta scelta pittorica, di cui rimane testimonianza anche nel Museo di Udine. Il quadro è stato esposto nel 1997 nella rassegna “Le Muse dell’Arte: pittrici e modelle” il cui catalogo reca adeguata nota sulla nostra pittrice. Che è stata abile disegnatrice di cui permane traccia in numerosi taccuini e paesaggista dalle armonie cromatiche soffuse.

Autrice di alcune figure, in esse si ravvisa particolarmente l’influenza esercitata da Bertolotti e da Lombardi.

Nel Santuario delle Grazie è presente complesso di lavori rivelante le precipue doti di interprete del tema sacro.

 

BIBLIOGRAFIA

L. ANELLI, Clotilde Brusaferri, impressionista per diletto, “Giornale di Brescia”, 4 marzo 2004.

L. ANELLI, La contessa pittrice, “STILE Arte” n. 77, aprile 2004.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: