HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Bruni Domenico. Brescia, 1591 - 21 aprile 1666.

Secondo il Ridolfi fu allievo di Tommaso Sandrino e collaboratore del Pedrali.

Pittore, secondo Rossana Bossaglia, di quadratura di tradizione accademico - emiliana, ma anche ultimo epigono, secondo Boselli, della grande scuola prospettica bresciana che tenne il campo nel territorio dalla metà del secolo XVI alla metà del successivo e derivata da Venezia, dove il pittore risulta presente nel 1627. In tal caso fu probabilmente anche allievo di Marco Boschini che ne scrisse con entusiasmo nella sua “Carta del navegar pitoresco” decantante l’opera sua “sui sofiti che xe piani - e i fenze (cioè li fa apparire) in archi e in volti et li trasforma - Cusì dei piani ai concavi el da forma - E tesse ai ochi industriosi inganni…”.

Lo stesso Boschini in una lettera del 18 maggio 1675 lo dice “singolare nella Architettura e nella Prospettiva come si vede in molte opere su Venezia e nello stesso stato”.

A Brescia firmò: Dominicus de Bruni Civis Brixiae prospecticus 1634, gli affreschi con prospettive nel coro della chiesa di S. Maria del Carmine, con figure di Bernardino Gandino. Nel 1651 dipingeva con Giacomo Pedrali nel palazzo Piovene di Vicenza affreschi ormai perduti; nel 1652 affreschi nella villa Negrelli di Stra.

A Venezia avrebbe dipinto, nella tribuna di S. Nicolò da Tolentino, il soffitto di S. Martino (rinnovato in seguito da F. Zanchi) e quello di S. Luca andato distrutto nel 1800.

Secondo il Fenaroli “ebbe un figlio, il quale si esercitò egli pure nella pittura e lavorava nel 1710”.

BIBLIOGRAFIA

M. BOSCHINI, “La carta del navigar pittoresco”, Venezia, 1660.

F. PAGLIA, “Giardino della pittura”, Ediz. C. Boselli, 1958 e 1967.

L. COZZANDO, “Vago curioso ristretto”, 1694.

G. A. AVEROLDI, “Le scelte pitture di Brescia”, 1700.

P. A. ORLANDI, “Abecedario pittorico”, 1704.

F. MACCARINELLI, “Le glorie di Brescia”, 1747, Ediz. C. Boselli, 1959.

G. B. CARBONI, “Notizie storiche di pittori e scultori… di Brescia”, 1776, Ediz. C. Boselli, 1962.

L. LANZI, “Storia pittorica dettati, Bassano, 1795 - 1808, Ed. 1823.

F. BALDINUCCI, “Notizie di professori di disegno”, Firenze, 1769 - 1774.

F. NICOLI CRISTIANI, “Vita e opere di L. Gambara”, 1807.

G. A. MOSCHINI, “Guida per la città di Venezia”, 1815.

P. ZANI, “Enciclopedia metodica critico ragionata di B. A”, 1819 - 1824.

P. BROGNOLI, “Guida di Brescia”, 1826.

S. TICOZZI, “Dizionario dei scultori, pittori… “ Milano, 1832.

F. DE BONI, “Biografie di artisti”, Venezia 1840.

F. ODORICI, “Guida di Brescia rapporto alle arti”, 1853.

S. FENAROLI, “Dizionario degli artisti bresciani”, 1887.

A. UGOLETTI, “Brescia”, Ist. ital. d’arti grafiche, Bergamo, 1909.

E. BENEZIT, “Dictionnaire… des peintres”, Paris, 1924.

O. NICODEMI, “Guida di Brescia”, 1926.

L. FE’ D’OSTIANI, “Storia tradizionale e arte nelle vie di Brescia”, 1927.

E. CALABI, “Pittura a Brescia nel ‘600 - ‘700”, Brescia, 1935. “Storia di Brescia”, Vol. II.

C. BOSELLI, Nuovi documenti sul pittore Domenico Bruni, “Biesse” n. 25, aprile 1963 e n. 26, maggio 1963.

“Enciciopedia bresciana”, Ediz. La Voce del popolo.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani” Giorgio Zanolli Editore 1984.

R. LONATI, “Catalogo illustrato delle chiese di Brescia aperte al culto, profanate e scomparse”, Brescia, 1994.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: