HOME | PRIMA PAGINA | ELENCO ARTISTI | AGGIORNAMENTI | E-MAIL |
 
 INFORMAZIONI DELL'ARTISTA
 

Bonomino Giambattista. Secolo XVII.

Secondo alcuni sarebbe un Bonomi di Avenone, chiamato poi con il soprannome di Bonomini. Il Vaglia, in base ad elementi veneti individuabili nelle sue tele e avendo trovato un G. B. Bonomino di Venezia sposo a Maria Michilli di Vestone, opina che sia nato a Vestone e in seguito si sia trasferito a Venezia, da dove sarebbe tornato per sposarsi.

Sue opere sono a: Bione, pieve, S. Carlo fra i SS. Antonio da Padova e Filippo Neri (firmata e datata 1668); Avenone, parrocchiale, Martirio di S. Bartolomeo (firmata e datata 1670); Odeno, parrocchiale, S. Apollonio in trono fra i SS. Cosma e Damiano (firmata e datata 1672).

È un pittore che rivela molta fantasia, severità di disegno e aperta intelligenza. Per alcuni studiosi sarebbe nato a Livemmo.

BIBLIOGRAFIA

U. VAGLIA, “Dizionario degli artisti e artigiani Valsabbini”, 1948.

“Storia di Brescia”, Vol. III.

P. F. MURACHELLI, Il supplemento a Pittura nel ‘600 - ‘700, “Commentari dell’Ateneo”, Brescia, 1960.

“Enciclopedia bresciana”, Ediz. La Voce del popolo.

R. LONATI, “Dizionario dei pittori bresciani”, Giorgio Zanolli Editore, 1984.

 
 


ENTRA

ENTRA

  


 

 

| HOME |
Codice Fiscale: